Atuttapagina.it

Fiuggi, la Polizia tra i banchi di scuola per mettere in guardia sui pericoli del cyberbullismo

Il direttore tecnico capo della Questura di Frosinone Cristina Pagliarosi ed il sostituto commissario Tiziana Belli, responsabile della Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Frosinone, hanno incontrato gli studenti della seconda classe dell’Istituto Alberghiero di Fiuggi, per affrontare le tematiche del bullismo e del cyberbullismo.
A differenza del tradizionale bullismo in cui le vittime, lontane dall’aula scolastica, trovavano, quasi sempre, un rifugio sicuro dall’ostilità dei compagni di classe, nel cyberbullismo le persecuzioni possono non terminare mai.
I cyberbulli, con  la tecnologia, non vincolati da limiti temporali e geografici, possono accanirsi sulle vittime costantemente, con messaggi, immagini, video offensivi, con effetti devastanti proprio perché amplificati dalla rete.
Nel corso dell’incontro con gli studenti è stato analizzato anche il ruolo svolto dal gruppo, la cui funzionalità può essere duplice: incentivante o disincentivante dell’azione del bullo.
Inoltre, i giovani studenti sono stati sollecitati ad un uso consapevole del web, con grande attenzione al contenuto dei selfie che quotidianamente vengono postati sui social, evitando di fotografarsi in situazioni di intimità.
A sostegno di quanto esposto, il personale della Polizia ha fatto riferimento a recenti episodi di cronaca e mostrato alcuni video illustrativi dei pericoli che possono derivare da un uso sconsiderato dei social. “Accendere” la mente, prima di accedere al web.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni