Atuttapagina.it

La narrazione della Grande Guerra al centro delle attività del Sistema Bibliotecario Valle del Sacco

Si è tenuto presso il cinema teatro Antares di Ceccano un importante convegno scientifico sulla Prima Guerra Mondiale fortemente voluto dal Sistema Bibliotecario e Documentario della Valle del Sacco.
«Non una celebrazione, perché le guerre non si celebrano – ha sottolineato il presidente del Sistema, Danilo Collepardi -, ma un contributo volto a capire i perché delle guerre e le conseguenze». Un’attività culturale sistematica e di profondo spessore quella del Sistema Bibliotecario della Valle del Sacco, che ha organizzato e organizzerà incontri sul tema.
Già il 1 dicembre verrà inaugurata presso il Castello dei Conti di Ceccano una mostra-compendio dal titolo “La Grande Guerra: Storie e Luoghi della Memoria”, testimonianza del lavoro fatto in queste settimane dal Sistema e dalle biblioteche afferenti. Una mostra itinerante che toccherà anche Anagni, Veroli, Ceprano e altri comuni. Inoltre, sta per essere indetto tra gli studenti dell’Accademia di Belle Arti un concorso in cui verranno selezionati e premiati sei elaborati artistici ispirati alla Grande Guerra.
Iniziative volte, dunque, alla comprensione e al ricordo del conflitto che danno vita ad un’analisi storica attenta della Grande Guerra. I relatori del convegno – gli storici Silvana Casmirri, Gioacchino Giammaria, Fiorenza Taricone e Luigi Gulia – hanno infatti analizzato la Prima Guerra Mondiale da punti di vista diversi, come il ruolo attivo della donna durante il conflitto o l’impatto che il conflitto ebbe all’epoca sulle popolazioni della nostra provincia.
Alla presenza delle autorità locali e di un vasto pubblico che riempiva la platea, Rita Padovano, presidente dell’Associazione Culturale Progetto Arkes, ha introdotto la conferenza spiegando la natura del progetto e lasciando spazio, tra gli interventi, al ricordo delle testimonianze dal fronte narrate da Anna Mingarelli.
La giornata si è conclusa con una rassegna cinematografica gratuita, in collaborazione con il Cinema Teatro Arci Frosinone, composta da tre film rappresentativi del tema e tratti da libri: “All’Ovest niente di nuovo”, “Orizzonti di gloria” e “Uomini contro”.
Durante tutta la giornata è stato possibile anche visitare, all’interno del cinema, la mostra dal titolo “1915-1918. Testimonianze di Vita in Tempo di Guerra”, allestita dall’Archivio di Stato di Frosinone, della cui disponibilità si ringrazia la direttrice Viviana Fontana.
L’appuntamento di ieri ha costituito una parte integrante delle iniziative previste dal Sistema Bibliotecario e Documentario della Valle del Sacco, all’interno del progetto “Grande Guerra”, patrocinato dal Ministero della Difesa e finanziato dalla Regione Lazio.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni