Atuttapagina.it

Successo per l’incontro della Cisl di Frosinone con il giudice della Corte Costituzionale Giulio Prosperetti

Gremita la sala Consiglio del Comune di Frosinone, dove il Giudice della Corte Costituzionale, il professor Giulio Prosperetti, è stato ospite della Cisl per il convegno “L’autonomia collettiva ed i diritti sindacali”. La mattinata ha preso il via con l’apertura del dottor Dario Aversa, che ha presentato i lavori e passato subito la parola al Giudice, che ha illustrato ai presenti le diverse teorie sulle politiche di welfare, sulle diverse declinazioni della contrattazione facendo una disamina a 360 gradi sulla rappresentanza e rappresentatività sindacale. Centrale è stato concetto che il lavoratore vada accompagnato in una formazione costante e continua che punti a migliorare e semantizzare la sua professionalità, chiedendo anche al sindacato maggiore coraggio riposizionandosi, assistendo l’occupazione, superando le logiche veterosindacali ed intensificando l’esercizio della contrattazione come uno dei più alti e nobili momenti della democrazia. Enrico Coppotelli, segretario generale della Cisl, prima di passare la parola al sindaco Ottaviani per i saluti istituzionali dell’amministrazione comunale, ha toccato il tema della partecipazione dei lavoratori e di come oggi sia sempre più sentita la tesi di andare oltre la soglia dello scambio, per puntare alla sussidiarietà ed alla bilateralità. Passare, quindi, da un sindacato della protesta ad un sindacato della proposta, che deve vedere non più solo la tutela del posto di lavoro, ma anche il percorso di lavoro. Intenso e appassionato l’intervento della professoressa Enrica Iannucci dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, che ha ricordato quanto il tema dell’autonomia collettiva sia stato sempre affrontato e approfondito negli anni dall’Università e di quanto oggi l’Ateneo di Cassino si stia prodigando per includere ed aprire le porte non solo agli studenti, ma anche ad imprese, istituzioni ed organizzazioni sindacali. Infine Andrea Cuccello, segretario generale della Cisl del Lazio, che ha disquisito con il professor Prosperetti di bilateralità, nuovi lavori e di come sia stato illegittimamente vilipeso il Jobs act, che invece ha creato nuovi spazi ed aperto, con il contratto di lavoro a tutele crescenti, un processo di stabilizzazioni occupazionali e maggiori tutele per i giovani. Infine, sempre nell’intervento di Cuccello, il tema delle politiche attive e di quanto oggi la Cisl debba cambiare passo anche nel Lazio, per determinare condizioni di long life learning per seguire il lavoratore nel suo lungo percorso di vita e, soprattutto, di vita lavorativa.

cisl-enrico-coppotelli1

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni