Atuttapagina.it

Viadotto Biondi, le trivellazioni trovano le rocce a soli 4 metri: il ponte Bailey sarà più stabile e sicuro

I lavori di realizzazione del ponte Bailey, nei pressi del viadotto Biondi a Frosinone, stanno procedendo anche in queste ore, e fino a notte tarda, organizzati con diversi turni di servizio. Negli ultimi giorni sono stati introdotti nuovi macchinari per le trivellazioni da parte dell’azienda olandese aggiudicataria dell’appalto, per rispettare la tabella di marcia fissata per la consegna dell’opera da parte del sindaco Nicola Ottaviani. Malgrado le forti piogge che hanno investito il capoluogo, il sindaco – presente sul cantiere insieme alla direzione dei lavori guidata dall’ingegnere Alessandro Mirabella – ha dato disposizione di proseguire con i macchinari, senza sosta, per tentare di riaprire la circolazione stradale in prossimità delle feste natalizie, dando modo ai cittadini e ai commercianti di muoversi con maggiore facilità tra la parte alta e quella bassa del capoluogo. La sorpresa che si è registrata nelle trivellazioni, infatti, riguarda la peculiarità della formazione rocciosa che è stata trovata già ad appena 4 metri di profondità, rispetto alla diversa profondità di 12-14 metri preventivati. Situazione, questa, che sotto il punto di vista della stabilità della nuova opera infrastrutturale conferisce sicuramente maggiore sicurezza al ponte, ma che inevitabilmente comporta difficoltà realizzative in ordine alla durata delle opere di perforazione, che, comunque, non potranno derogare dalle tempistiche e dalle indicazioni fornite dall’amministrazione comunale.

viadotto-biondi-ponte-bailey1viadotto-biondi-ponte-bailey2viadotto-biondi-ponte-bailey3viadotto-biondi-ponte-bailey4viadotto-biondi-ponte-bailey5

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni