Atuttapagina.it

La presenza della sostanza Beta-HCH nel sangue dei residenti della Valle del Sacco, se ne parlerà a Patrica

Dall’ultimo rapporto di sorveglianza sanitaria pubblicato lo scorso giugno dal Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Lazio – Asl RM1, a cui ha partecipato il Dipartimento di Prevenzione – Asl RM5, sono emersi nuovi preoccupanti elementi di associazione tra la presenza del Beta-esaclorocicloesano (Beta-HCH) nel sangue dei residenti della Valle del Sacco e alcune patologie, in aggiunta ai problemi già descritti in precedenti pubblicazioni.
La Rete per la Tutela della Valle del Sacco – Retuvasa e il Comitato La Rinascita propongono un confronto pubblico con alcuni degli artefici di questi studi: il dottor Francesco Forastiere e la dottoressa Silvia Narduzzi, del Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Lazio – Asl RM1.
L’appuntamento è per martedì 13 dicembre alle 17 a Patrica presso il Castello Colonna, in località Tomacella.
«Questo evento si inquadra in una successione di incontri coi quali, assieme alla rete delle associazioni della Valle del Sacco, intendiamo offrire ai cittadini l’opportunità di informarsi in maniera più approfondita, per far crescere consapevolezza, partecipazione e mobilitazione circa i problemi economici, sociali, ambientali e sanitari del nostro territorio – spiegano gli organizzatori -. Contiamo, quindi, sulla presenza dei cittadini, delle istituzioni, degli operatori del settore sanitario, in particolare dei medici di base».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni