Atuttapagina.it

Prima la sofferenza e poi la gioia, il Frosinone travolge il Trapani e vola in testa alla classifica

Goleada e primo posto momentaneo in classifica. Il Frosinone non avrebbe potuto chiedere di più dalla partita con il Trapani. Il Leone vince per 1-4 e, in attesa del posticipo del Verona, sale al comando della graduatoria. La squadra di Marino, però, ha avuto la strada spianata dal portiere del Trapani, Guerrieri, incappato in una giornata storta. Tra la seconda parte del primo tempo e l’inizio della ripresa il Frosinone ha patito non poco. Alla fine, però, i giallazzurri hanno meritato la vittoria.
Marino per la prima volta schiera il Frosinone con il 3-5-2. Davanti a Zappino ci sono Pryyma, Ariaudo e Brighenti, linea mediana formata da Matteo Ciofani, Kragl, Gori, Sammarco e Mazzotta, in attacco largo a Daniel Ciofani e Dionisi. Neanche il tempo di studiare l’avversario che il Frosinone passa in vantaggio. Siamo al 10′ quando un lancio lungo di Pryyma trova la sponda area di Daniel Ciofani per Dionisi: il sinistro al volo di Federico è bello e vincente. È il gol dello 0-1, la rete con la quale la punta giallazzurra si sblocca dopo un lungo digiuno. Dopo un paio di minuti il Frosinone può raddoppiare con una conclusione potentissima di Kragl: Guerrieri riesce a deviare in angolo. Ma il Leone non deve abbassare la guardia e, soprattutto, non deve deconcentrarsi, come succede a Zappino al 13′. Il portiere, al debutto in questo campionato, non trattiene il pallone e dà la possibilità a Citro di tirare in porta: per fortuna l’attaccante del Trapani è in posizione defilata e riesce solo a calciare sull’esterno della rete. Al quarto d’ora Trapani di nuovo pericolosissimo su calcio d’angolo battuto da Citro: al centro dell’area Casasola, per fortuna del Frosinone, non riesce a colpire bene e spedisce fuori. La squadra di Marino dà la sensazione di poter fare molto male quando attacca, ma deve fare attenzione a un avversario per nulla arrendevole e che finora sta ribattendo colpo su colpo alle iniziative giallazzurre. È un Trapani assolutamente da non sottovalutare quello della prima mezz’ora, come dimostra la conclusione di Barillà al 27′ che termina di poco sopra la traversa. Al 38′ lo stesso Barillà fa venire nuovamente i brividi alla difesa giallazzurra: il numero 17 granata lascia partire un tiro carico di effetto e potenza che sfiora di non molto l’incrocio dei pali alla sinistra di Zappino. Quasi allo scadere, poi, il portiere giallazzurro è chiamato all’intervento con i pugni sul tiro potente di Coronado dal limite dell’area. Un minuto più tardi, siamo al 44′, Dionisi allenta la pressione con una sorta di pallonetto da 30 metri che si spegne sul fondo dopo aver sorvolato di non molto la traversa del Trapani. È l’ultima occasione di un primo tempo nel quale non ci si è annoiati. Il Frosinone dopo essere passato in vantaggio ha lasciato fin troppo l’iniziativa al Trapani, che in più di un’occasione è andato vicinissimo al gol del pareggio.
Avvio di ripresa da incubo per il Frosinone. Passano appena 13 secondi e il Trapani trova il pareggio, assolutamente meritato. Percussione centrale di Petkovic, il pallone arriva a Coronado che trafigge Zappino: 1-1 e tutto da rifare. Il Frosinone dopo la doccia gelata del gol del pari sembra finalmente essersi scosso, ma bisogna prestare attenzione a un Trapani che adesso gioca con entusiasmo. Ci prova Daniel Ciofani di testa, ma il pallone deviato dopo il cross di Kragl non impensierisce Guerrieri. E al 9′ quest’ultimo confeziona un bel regalo di Natale per il Frosinone. Punizione morbida di Kragl, il portiere granata respinge con i pugni sul corpo di Barillà e il pallone finisce sui piedi di Daniel Ciofani che non perdona: 1-2 e sospiro di sollievo. E al 12′ l’estremo difensore di proprietà della Lazio la combina ancora più grossa. Altra punizione di Kragl e altra respinta di Guerrieri, il pallone viene rimesso in mezzo da Dionisi per la testa di Matteo Ciofani: il tiro non sembra irresistibile, ma il portiere del Trapani – in evidente difficoltà mentale – quasi butta lui stesso la sfera in fondo alla rete. È il gol dell’1-3 e il Frosinone adesso sembra davvero aver allontanato la paura. Nel Trapani ci prova Coronado, il migliore dei suoi, ma il tiro termina sopra la traversa. I ritmi sono calati in questo momento: il Leone non ha nessun interesse ad accelerare, mentre la squadra di Calori appare demoralizzata. Al 25′ Dionisi cerca la doppietta personale, ma il pallonetto viene deviato e sfiora solamente il palo. Al 29′ c’è la gioia personale anche per Kragl, che firma la rete dell’1-4. Il tedesco può sfoderare il suo sinistro calciando di potenza e precisione: nulla da fare per Guerrieri. Primo cambio nel Frosinone: esce proprio Kragl ed entra Frara. Altra sostituzione: Crivello rileva Mazzotta. Ormai la partita non ha più niente da dire. E poco prima del 90′ Dionisi viene toccato duro ed è costretto a lasciare il campo a Volpe. Termina qui, con il Leone che ruggisce per 1-4 e vola in testa alla classifica. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni