Atuttapagina.it

Quando fantasia e sogno si abbracciano e creano spettacolo, a Ferentino i trampoli del Teatro del Ramino

In piazza Matteotti a Ferentino, domenica 11 dicembre, doppio appuntamento – la mattina alle 11 e il pomeriggio alle 17 – per lo spettacolo “La Magia del Santo Natale”, con protagonista la Compagnia Teatro dei Trampolieri del Ramino: Fuochi, fiamme e mangiafuoco, quadri con i trampoli, teatro di strada, animazioni con attori su trampoli, parata con tamburi, spettacoli di grande impatto e suggestioni: tutto questo sarà offerto al pubblico.
«Il fuoco, le acrobazie sui trampoli, i giochi pirotecnici, le luci e le musiche: sono questi gli elementi evocativi che, insieme ad una scenografia particolarmente curata, caratterizzano le rappresentazioni del Teatro del Ramino, grandi parate nelle quali i trampolisti interagiscono con il pubblico circostante – spiega il sindaco Antonio Pompeo -. “Ferentino in fiaba, Happy Christmas” è un progetto culturale di teatro-ambiente per far rivivere, negli splendidi scenari del centro storico addobbato a festa, il fascino della figura tradizionale di Babbo Natale. In perfetta continuità con l’edizione estiva, grandi e piccoli saranno immersi in un’atmosfera tipicamente fiabesca. Sono previsti quattro grandi spettacoli e tre sfilate, protagoniste alcune tra le più apprezzate e importanti compagnie di artisti di strada, trampolieri, giochi di fuoco e di magia».
«Siamo sulle piazze con spettacoli dal 1996 – si presenta la Compagnia del Ramino -. Il ramino è il legno con cui è costruito il palcoscenico del teatro, i trampoli in scena, i nostri spettacoli. Siamo il teatro fra il pubblico e il cielo: fra voi e l’emozione. Sui trampoli coi nostri magici fuochi illuminiamo le piazze della storia. Sui trampoli, nei centri storici più belli d’Italia, abbiamo restituito al pubblico storia viva. Artisti instancabili in viaggio attraverso il tempo. Illuminiamo con gocce ardenti di fuoco il buio dei secoli. Il Teatro del Ramino è il frutto di un gruppo di appassionati dell’epoca medievale che, provenienti da differenti esperienze nel campo dell’animazione di strada, decidono di dar vita a una compagnia di teatranti, sull’esempio di quelle che animavano i mercati e le fiere delle città medievali. Le rappresentazioni affondano le loro radici nelle saghe e nelle leggende narrate da generazioni e generazioni di vecchi saggi, riuscendo a trasmettere al pubblico le emozioni di avventure lontane nel tempo e nello spazio».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni