Atuttapagina.it

Tonfo Frosinone, la Salernitana passa al Matusa per 1-3

La striscia positiva del Frosinone è interrotta dalla Salernitana. Al Matusa improvviso crollo del Leone, che viene battuto per 1-3 dalla formazione granata. La squadra di Marino incappa in una giornata storta, anche dal punto di vista delle assenze: prima Ciofani e Gori, poi Cocco e Paganini nel corso del primo tempo. Ma questo non deve rappresentare un alibi: il Frosinone è apparso inconsistente al di là di chi non era presente in campo.
C’è la sorpresa Kragl dal primo minuto al posto dello squalificato Gori, mentre Cocco è il sostituto dell’altro giallazzurro fuori per squalifica: Daniel Ciofani; in difesa ci sono il ritorno di Matteo Ciofani e la conferma di Crivello. La doccia gelata per il Frosinone arriva già al 13′. Cross dalla sinistra di Vitale, sbuca sul secondo palo Rosina che sorprende la difesa giallazzurra e di testa batte Bardi. Salernitana in vantaggio per 0-1 e strada del Leone subito in salita. La reazione del Frosinone non è esaltante. La squadra di Marino fa le cose giuste, ma a ritmi troppo bassi per poter impensierire la retroguardia granata. Ma al 23′ Soddimo tira fuori il proverbiale coniglio dal cilindro e riporta il punteggio in parità. Dalla bandierina Danilo disegna una traiettoria beffarda per Terracciano, tutt’altro che esente da colpe, e firma uno strepitoso gol direttamente da calcio d’angolo: 1-1 e Frosinone adesso rinfrancato. Che il gol abbia avuto un effetto positivo sui giocatori di Marino si vede dai minuti successivi al pareggio: il Leone adesso appare più intraprendente. Poco prima della mezz’ora tegola nel Frosinone: Cocco accusa un problema muscolare e chiede il cambio, al suo posto entra Churko. E al 40′ altro infortunio tra i giallazzurri: Paganini cade male ed esce in barella, Marino butta nella mischia Frara. Luca sembra essersi procurato qualcosa di serio al ginocchio: le lacrime mentre viene accompagnato negli spogliatoi non promettono purtroppo nulla di buono. Finisce qui il primo tempo, con il risultato fissato sull’1-1 e con un Frosinone “incerottato” a causa degli infortuni di Cocco e Paganini.
I padroni di casa partono fortissimo ad inizio ripresa: la squadra di Marino vuole immediatamente il gol del vantaggio. Al 10′ occasionissima per concretizzare gli sforzi del Leone. Kragl batte una punizione dalla destra, la palla arriva sulla testa di Churko che impegna Terracciano a una decisiva respinta a mano aperta: sulla ribattuta Matteo Ciofani è impreciso e il pallone termina sul fondo. Il Frosinone preme sull’acceleratore, in questa prima parte del secondo tempo si gioca costantemente nella metà campo della Salernitana. Ma nel momento migliore dei giallazzurri gli ospiti passano di nuovo in vantaggio. È il 23′ quando Coda buca la rete del Frosinone e porta il risultato sull’1-2. La squadra di Marino sembra aver accusato il colpo: i giocatori appaiono spenti e demoralizzati. E probabilmente in questo momento, senza un centravanti, servirebbe il contributo di Volpe, l’unica punta centrale da poter schierare. A dieci dal termine Terracciano salva su colpo di testa di Ariaudo, poi la ribattuta di Dionisi viene respinta sulla linea. C’è finalmente spazio per Volpe, all’esordio in campionato, che rileva Crivello. Ma è ancora la Salernitana ad andare in gol. Al 39′ uno svarione difensivo lancia Coda verso la porta di Bardi: il colpo ad anticipare il portiere è vincente e i granata si portano sull’1-3. E questo è anche il risultato finale. Inaspettato crollo del Frosinone, che in classifica viene raggiunto al secondo posto da Benevento e Spal.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni