Atuttapagina.it

Morto a Monza Giancarlo Sangalli: tra spazzatura e arresti, con interessi anche a Frosinone

Si è spento all’età di 84 anni a Monza Giancarlo Sangalli, storico imprenditore brianzolo fondatore dell’omonima azienda “Impresa Sangalli & Co.”, che si occupa di servizi ambientali e smaltimento rifiuti e che gestisce, tra l’altro, i rifiuti nel comune di Frosinone.
Sangalli è morto mercoledì mattina all’ospedale San Gerardo, nel reparto di pneumologia. Il nome dell’imprenditore, oltre al suo “impero della spazzatura”, è stato legato anche alle vicende processuali che lo hanno visto protagonista negli ultimi anni, quando nel 2013 era finito al centro dell’inchiesta della Procura di Monza condotta dalla Guardia di Finanza, che aveva portato alla luce un giro di tangenti per l’ottenimento di appalti, che oltre al patron dell’azienda aveva coinvolto i figli Daniela, Patrizia e Giorgio e l’allora assessore all’Ambiente del Comune di Monza Giovanni Antonicelli, insieme a una trentina di figure, tra cui anche amministratori pubblici: tra questi anche l’allora vicesindaco e assessore all’Ambiente del Comune di Frosinone, Fulvio De Santis.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni