Atuttapagina.it

Il Leone strappa un pari a Perugia, il punto è d’oro ma le inseguitrici si sono riavvicinate

Il bicchiere mezzo pieno è che il Frosinone si è tolto la prima delle tre trasferte complicatissime senza uscire battuto, il bicchiere mezzo vuoto è legato alle vittorie del Verona e di una lanciatissima Spal, che si sono riavvicinati al Leone. A Perugia i giallazzurri ottengono un 1-1 da tenere stretto per il valore dell’avversario. Quello visto questa sera era un Frosinone ampiamente rinnovato e anche di questo bisogna tener conto: il turnover, però, andava necessariamente fatto per cercare di arrivare il più freschi possibile alla fase finale della stagione.
Marino rivoluziona la squadra rispetto alla formazione che aveva iniziato con il Verona; sono addirittura sei le novità: Fiamozzi, Gori, Crivello, Kragl, Mokulu e Zappino prendono il posto di Ariaudo, Sammarco, Mazzotta, Soddimo, Daniel Ciofani e Bardi. Quest’ultimo è costretto a chiamarsi fuori durante il riscaldamento: una tegola imprevista per il Frosinone. Partono forte i giallazzurri, che al 3′ trovano la risposta di Brignoli sulla girata in area di Terranova. Quattro minuti più tardi si vede ancora il Frosinone nell’area avversaria: Dionisi serve Kragl, il cui sinistro viene deviato in corner dal portiere biancorosso. Il Frosinone ha iniziato nel migliore dei modi, puntando sul possesso palla e costringendo il Perugia a ripiegare nella propria metà campo. E al 15′ il Leone passa meritatamente in vantaggio. La solita incredibile conclusione dalla distanza di Kragl si infila nell’angolo basso della porta di Brignoli: 0-1 e festa nel settore ospiti dello stadio “Curi”. Al 31′ si vede per la prima volta il Perugia: cross dalla sinistra di Guberti, il pallone sembra beffare Zappino, che però recupera e interviene sul tentativo di Mustacchio. Sei minuti più tardi il Perugia si rende di nuovo pericoloso. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Monaco prima e Volta poi non riescono a sfruttare l’occasione con Zappino fuori dai giochi. Nel finale del primo tempo gli animi si scaldano e i giocatori sono protagonisti di contrasti duri: il Frosinone dovrà fare attenzione a non cadere nelle provocazioni. I primi 45 minuti, comunque, si concludono con il meritato vantaggio giallazzurro per 0-1.
La prima occasione del secondo tempo viene confezionata dal Perugia all’8′: il cross di Di Chiara viene neutralizzato da Krajnc, che anticipa tempestivamente Mustacchio. Al 13′ primo cambio per Marino, che richiama Mokulu e manda in campo Daniel Ciofani. E due minuti più tardi non viene convalidata una rete per fuorigioco al Perugia: sulla punizione di Di Chiara Volta prolunga di testa per Monaco, che mette il pallone alle spalle di Zappino ma si fa trovare in posizione irregolare. Al 21′ un altro infortunio nel Frosinone: Krajnc è costretto a lasciare il campo per far posto ad Ariaudo. E pochi secondi dopo proprio il nuovo entrato salva in angolo sul tentativo di Mustacchio. È ancora Perugia tre minuti più tardi, quando Terrani impegna Zappino ad un salvataggio in corner. Il pressing biancorosso prosegue e al 26′ Guberti mette in mezzo, “buco” di Crivello e Forte si fa ipnotizzare da Zappino. La rete del Perugia, però, è nell’aria e arriva al 27′. Da calcio d’angolo Nicastro viene lasciato solo e riesce a deviare con il corpo beffando Zappino; la difesa giallazzurra lascia a desiderare nell’occasione: 1-1 e tutto da rifare. Entra Soddimo ed esce l’autore del gol del Frosinone, Kragl. Ma nei minuti finali nessuna delle due squadre riesce a creare pericoli all’altra: termina così in parità per 1-1 la sfida tra il Perugia e il Frosinone. Su un campo quale è il “Curi” si tratta di un buon punto, ma le inseguitrici si sono rifatte sotto: il Verona e, soprattutto, la Spal sono di nuovo vicinissimi al Leone. A due terzi esatti del campionato, però, tutti avrebbero firmato per questa classifica: l’obiettivo promozione è più che mai alla portata della squadra di Marino. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni