Atuttapagina.it

Cassino, eseguito per la prima volta in provincia un intervento di chirurgia epatica maggiore

Il rilancio dell’attività del Dipartimento di Chirurgia dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino, avviato con il recente arrivo del nuovo primario della UOC di Chirurgia Generale, dottor Roberto Santoro, continua con l’incremento degli interventi di alta specializzazione ed elevata complessità.
Martedì scorso è stato eseguito per la prima volta nella nostra provincia un intervento di chirurgia epatica maggiore che ha richiesto la resezione parziale della vena cava in una giovane donna affetta da una voluminosa neoplasia epatica primitiva localmente avanzata.
La sinergica collaborazione tra le equipe chirurgica ed anestesiogica coadiuvate dal personale di sala operatoria ha permesso di completare una procedura così complessa con successo senza la necessità di trasfusioni ematiche intraoperatorie.
Il direttore del Dipartimento di Chirurgia, dottor Eugenio Maria Giangrande, si dice estremamente soddisfatto delle attività che si stanno sviluppando e che preludono ad un’ulteriore prospettiva di crescita dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino e dell’attrattiva chirurgica del presidio in relazione alla riduzione della mobilità passiva: «Un importante intervento, un nuovo esempio di eccellenza, un altro passo verso una migliore prospettiva operatoria portata avanti dal commissario straordinario Luigi Macchitella, che dimostra come anche nella nostra provincia sia possibile garantire prestazioni di eccellenza e di alta specializzazione».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni