Atuttapagina.it

Daspo di gruppo a 52 tifosi del Bari dopo la gara col Frosinone del 2014, il Tar respinge il ricorso dei sostenitori

Nel post partita di Frosinone – Bari del 13 settembre 2014 il questore di Frosinone, su proposta della Digos, emise ben 52 Daspo nei confronti di altrettanti tifosi baresi, applicando in quell’occasione, per la prima volta, la normativa sul cosiddetto “Daspo di gruppo”.
Tali provvedimenti furono annullati nel 2015 dal Tar di Latina, secondo il quale i provvedimenti risultavano «mancanti delle contestazioni specificatamente riferibili a ciascun singolo destinatario della misura, ma si limitano a ricostruire genericamente  i fatti accaduti».
In particolare, i destinatari del Daspo, in trasferta a bordo di un pullman, subito dopo aver fatto ingresso in autostrada avevano costretto l’autista a bloccare la marcia alla fine della corsia di accelerazione. Successivamente erano scesi bloccando la circolazione stradale e creando un concreto pericolo per la propria incolumità e per quella degli automobilisti in transito.
Successivamente alla sentenza del 2015 la Questura di Frosinone, recependo le indicazioni fornite dal giudice amministrativo, ha emesso e notificato, nel 2016, nuovi provvedimenti di divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono le manifestazioni sportive ai medesimi tifosi baresi, i quali ricorrono nuovamente al Tar.
L’epilogo dell’iter amministrativo si è avuto  soltanto qualche giorno fa, il 1 marzo, quando il Tar di Latina ha respinto il ricorso dei tifosi baresi.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni