Atuttapagina.it

I giovani impegnati nella Casa della Salute di Pontecorvo, da settembre attivo il progetto Braccialetti Gialli

Dallo scorso settembre nella Casa della Salute di Pontecorvo è attivo il progetto del Servizio Civile Nazionale “Braccialetti Gialli”, presentato dal CESV (Centro Servizi per il Volontariato) in collaborazione con le Associazioni A.Ge Cassino “Pio Di Meo”, Azione Parkinson Ciociaria, LILT (Lega Italiana per la Lotta ai Tumori). Associazioni, queste, tutte aderenti alla Rete Noi Ci Siamo, impegnate con i propri volontari – fin dall’apertura della Casa della Salute di Pontecorvo, con il contributo della Asl di Frosinone, UOC Urp Comunicazione Accoglienza Tutela e Partecipazione – in attività di umanizzazione e accoglienza.
Il progetto prevede, per 30 ore settimanali all’anno, la presenza di 6 giovani che, oltre a supportare il personale della struttura, svolgono diverse attività volte all’accoglienza e orientamento di pazienti e cittadini di tutte le età nei percorsi di cura e fruizione dei servizi.
La Asl di Frosinone, forte di questa esperienza considerata molto positiva, ha inoltre presentato – in collaborazione con il CESV, con le Associazioni “Azione Parkinson Ciociaria”,”Per noi donne. Insieme contro la violenza” e con il Servizio Civile Nazionale – un nuovo progetto denominato “Giovani: energie di Cittadinanza”. Le attività seguiranno quelle già sperimentate nella Casa della Salute di Pontecorvo, con l’obiettivo di garantire il reale accesso al diritto alla salute da parte di tutti i cittadini del Frusinate. È previsto l’impiego di 20 giovani volontari tra i 18 e i 29 anni.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni