Atuttapagina.it

Marcello Colasurdo all’Accademia di Belle Arti di Frosinone, l’artista si è raccontato agli studenti

La musica dell’anima, una musica che suscita emozioni quella che Marcello Colasurdo, artista eclettico e presente sulla scena della musica popolare da oltre venti anni, ha dispensato nel corso del suo incontro con gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone. L’artista partenopeo ha dialogato con gli studenti dell’Accademia nell’ambito del workshop proposto dal corso di Sound Art del professor Maurizio Chiantone.
Una nuova iniziativa quella varata dal direttore Luigi Fiorletta, che questa volta aveva come obiettivo le antiche tradizioni popolari, raccontate in questo caso da uno dei simboli della tradizione partenopea come lo è Marcello Colasurdo.
Una voce storica legata non solo alla tradizione partenopea, ma anche e soprattutto a quella contadina e al disagio del mondo operaio. L’incontro è stato un mix di testimonianze e di musica, con Colasurdo protagonista insieme ad un trio musicale composto da una fisarmonica gitana e dalla tammorra.
«Il tamburo è il più grande strumento di comunicazione che da sempre hanno i popoli», ha detto Colasurdo. Il suo dialogo con gli studenti, attraverso la musica popolare, è stato travolgente, il suono antico e potente della tammorra ha assecondato la sua voce, una voce nata sul confine tra i campi di Pomigliano e le sirene delle fabbriche. Colasurdo ha raccontato una storia che non c’è più, la storia di una grande trasformazione sociale, le sue esperienze in quel difficile periodo e anche gli incontri con Fellini e Peter Gabriel. Ma ha raccontato, soprattutto, della fabbrica, quella fabbrica da cui poi è nato il disagio operaio, della droga, della globalizzazione. Quasi come uno sciamano, ha dato lezione di cultura popolare e sociale: dove, però, la musica ha colmato le mancanze e regalato gioia.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni