Atuttapagina.it

Non ce l’ha fatta Emanuele, il ragazzo picchiato ad Alatri è stato dichiarato “cerebralmente morto”

Non ce l’ha fatta Emanuele Morganti, il 20enne picchiato con spranghe di ferro nella notte tra venerdì e sabato all’uscita da un locale di Alatri. Il ragazzo, che viveva nella frazione di Tecchiena, è stato dichiarato “cerebralmente morto” dall’equipe medica dell’Umberto I di Roma che aveva tentato invano di salvargli la vita con una delicata operazione alla testa.
Emanuele era stato aggredito all’uscita da un locale da un gruppo di giovani: nel mirino degli inquirenti ci sono le posizioni di nove giovani. Le condizioni del ragazzo erano apparse fin da subito disperate e, dopo essere stato portato all’ospedale San Benedetto di Alatri, era stato trasferito in eliambulanza all’Umberto I della Capitale, dove però è morto dopo 36 ore di agonia.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni