Atuttapagina.it

Altro tonfo giallazzurro, la Ternana affossa il Frosinone: promozione diretta ora lontana 4 punti

Il Frosinone perde, la Spal vince e il Verona pure, la promozione diretta in Serie A è adesso lontana 4 punti e il Cittadella quarto in classifica è a soli 5 lunghezze dal Leone. Ecco, in sintesi, quella che è stata la giornata infausta per i giallazzurri. La squadra di Marino perde per la seconda volta consecutiva e per la quinta partita di fila non riesce a vincere: dal primo posto si è piombati al terzo, con l’accesso diretto alla Serie A che sta sempre più sfumando. La squadra sembra svuotata di energie fisiche e mentali e anche Marino appare in confusione tattica: serve una svolta, perché così si rischia di chiudere la stagione nel peggior modo possibile.
Non è priva di sorprese la formazione scelta da Marino. Dall’undici titolare restano fuori Daniel Ciofani, Soddimo, Fiamozzi e Russo e al loro posto ci sono Mokulu, Frara, Gori e Krajnc. È del Frosinone la prima palla gol. Siamo al 7′ e Mazzotta lancia Mokulu, che si invola verso la porta rossoverde e cerca di sorprendere Aresti con un pallonetto: il portiere della Ternana alza il pallone sopra la traversa. Al 20′ risponde la Ternana con Avenatti: il centravanti prova a colpire con un tiro a giro, ma il pallone supera la traversa. Il match non sembra avere padroni: nessuna delle due squadre finora è riuscita a prevalere sull’altra. Al 43′ Dionisi va vicinissimo al vantaggio: Frara mette in mezzo un cross per la testa di Federico, che si coordina bene e colpisce ancora meglio il pallone, ma il tiro termina alto di pochissimo. È l’ultima occasione del primo tempo, Ternana e Frosinone vanno al riposo sullo 0-0.
Dopo due minuti dall’inizio della ripresa il Leone sfiora il gol: Dionisi serve Mokulu, che supera Aresti in uscita ma trova il salvataggio di Meccariello. Marino decide di dare una scossa alla squadra inserendo contemporaneamente Soddimo e Fiamozzi e richiamando in panchina Sammarco e Frara. Ma al 20′ la Ternana passa in vantaggio. Ledesma si incarica di un calcio di punizione dalla destra, Palombi svetta di testa all’altezza del secondo palo e batte Bardi: i padroni di casa si portano sull’1-0. Come se non bastasse, pochi minuti dopo, al 25′, la Ternana conquista un calcio di rigore. Palombi serve Falletti, che scattato sul filo del fuorigioco entra in area dove viene affrontato da Bardi: i due entrano a contatto e Abbattista decide per l’assegnazione del penalty. Dagli undici metri, però, Avenatti manda il pallone sulla traversa e tiene ancora in vita il Frosinone. Marino tira un sospiro di sollievo e manda in campo Daniel Ciofani per Krajnc. Ma al 29′ la Ternana raddoppia. L’azione è confezionata da Falletti e Petriccione, il pallone viene messo in mezzo per Palombi che di testa firma la doppietta personale che vale il 2-0. Il Frosinone adesso palesa un nervosismo che non aiuta i possibili tentativi di raddrizzare la partita: la squadra di Marino risulta non pervenuta in zona gol per buona parte del secondo tempo. A quattro dal termine ci prova Gori, servito da Maiello, con un tiro a giro che termina alto. Finisce qui, con la Ternana che batte il Frosinone per 2-0. Per la squadra di Marino è il secondo ko consecutivo e la quinta partita senza vittorie: in queste 5 giornate i giallazzurri hanno rimediato solo 3 punti. La Spal e, soprattutto, il Verona hanno vinto e adesso la promozione diretta in Serie A è lontana 4 punti: è il caso di guardarsi alle spalle e cercare di difendere, con le residue energie psicofisiche, il terzo posto per avere una posizione privilegiata per i sempre più probabili play-off. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni