Atuttapagina.it

Ferentino ha celebrato il 25 Aprile e ricordato i suoi Martiri

In occasione del 25 Aprile, anniversario della Liberazione, il Comune di Ferentino ha celebrato questa giornata con la deposizione di una corona d’alloro nel Criptoportico della Cattedrale, presso i cippi commemorativi che elencano le vittime civili della Seconda Guerra Mondiale. Dal 1984, nella Cappella del cosiddetto Carcere di Sant’Ambrogio, la città di Ferentino ricorda e rende omaggio ai propri cittadini e ai profughi che morirono vittime dei bombardamenti degli Alleati.
«Una giornata per ricordare insieme e manifestare la comune volontà di non dimenticare – ha spiegato il sindaco Antonio Pompeo -. Per ricordare la vittoria nel 1945 della Resistenza, di tante persone unite per sollevarsi dalla dittatura del nazifascismo, all’indomani di una pagina dolorosissima della storia del secondo conflitto mondiale. Storia anche locale, che ricorda le stragi di civili, l’orrore di una guerra combattuta non soltanto contro gli eserciti nemici ma contro inermi, intere popolazioni. Storia che ci ha consegnato personalità illustri, decorati dalla Medaglia d’Oro al valor militare, Don Giuseppe Morosini, il prete-eroe di Roma Città Aperta, e il tenente Alberto Lolli-Ghetti; vittime innocenti, Giovanni Ballina e Ambrogio Pettorini, trucidati alle Fosse Ardeatine; Domenico Salvatori, giustiziato in Grecia dopo l’8 Settembre per essersi “rifiutato a combattere e di seguire a servire gli oppressori dell’umanità”; i tanti decorati per atti di eroismo e abnegazione, la terribile distruzione della Città. La commemorazione dei nostri eroi e martiri per la Libertà non vuole essere una semplice cerimonia, vuole dimostrare rispetto e orgoglio per simili personalità, conoscere e amare la storia cittadina da tramandare nel segno distintivo della decorazione della città di Ferentino della Medaglia d’Oro al Merito Civile».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni