Atuttapagina.it

Frosinone, Anna Valle e la regista Cinzia Th Torrini all’Accademia di belle arti: bagno di folla per la serie Sorelle

Un trio d’eccezione ha fatto visita ieri mattina all’Accademia di Belle Arti di Frosinone, incontrando e intrattenendosi con gli studenti e con il pubblico: una splendida Anna Valle, Cinzia TH Torrini e Ralfh Palka, ovvero il cuore di “Sorelle”, la fiction dagli ascolti eccezionali di Rai 1 scritta da Ivan Cotroneo e Monica Rametta.
Accolti dal direttore Luigi Fiorletta e dalla professoressa Emanuela Trixie Zitkowsky, gli ospiti hanno dapprima fatto una breve visita in Accademia, prima di conquistare la platea di Palazzo Tiravanti, dove un pubblico molto attento ha rivolto loro diverse domande.
La signora della fiction, Cinzia TH Torrini, la regista che trasforma storie in share, ha tenuto una lezione su come e quante cose compongono una serie televisiva.
La regista Torrini ha raccontato di come sia nata l’idea di “Sorelle”, del suo modo di lavorare, ma soprattutto dei suoi personaggi, dove cerca il confronto tra loro e cerca di scavare a fondo nelle psicologie di ambedue i sessi. “Sorelle” parla della rinascita di una donna ed è ambientata a Matera, una città piccola, un po’ isolata: infatti ci si arriva solo con un treno ed è quasi irraggiungibile e poi è un luogo dove si respira questo senso di comunità, dove tutti gli abitanti si conoscono.
«Volevamo trasmettere raccontando le vicende di questa madre appena arrivata in città, senza marito, con due figlie avute da due padri diversi – ha spiegato la regista -. Infine c’è la suggestione dei sassi, delle case scavate nella roccia, la cosa che mi ha colpita molto è che non ci sono montagne naturali ma ferite dentro la terra, tagli, dirupi che arrivano fino al fiume. Si ha la sensazione di stare in pianura e poi si arriva in montagna ed è molto affascinante».
Anna Valle ha dapprima raccontato cosa c’è dietro una serie televisiva, i tempi, le varie fasi del girato reale, ovvero quello montato, dopo ore di lavorazione, prima di entrare nel personaggio di “Sorelle”, dove si trova a vivere una storia variopinta e multigenere, che vede al centro tre forti personalità femminili: una madre e due figlie molto diverse.
«Un mix di generi – sottolinea l’attrice – che abbiamo cercato di calibrare in un ensemble di immagini, musica ed emozioni che vorrei avvolgesse lo spettatore, fino a rapirlo». «Il ritorno a Matera – ha spiegato Anna Valle – costringerà il mio personaggio a fare i conti con la vita che avrebbe desiderato, quella che le è stata rubata da Elena, a sperimentare il senso profondo della maternità, arrivando finalmente a riconciliarsi con le sue radici e con l’affetto di sua sorella».
Ralfh Palka ha raccontato il backstage di “Sorelle”, il dietro le quinte della fiction che con i suoi 6,4 milioni di ascolti ha vinto la sfida televisiva. Al termine dell’incontro la regista Cinzia TH Torrini ha ricevuto dalle mani del direttore Luigi Fiorletta il simbolo in bronzo dell’istituzione, la labbra del David di Michelangelo, tra gli applausi del pubblico e la richiesta di foto e autografi. Prossimo appuntamento il 27 aprile con il regista Pupi Avati.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni