Atuttapagina.it

Frosinone, presentato il sistema di videosorveglianza del Benito Stirpe: si può “zoomare” su chi va attenzionato

Questa mattina, nell’ambito del progetto di “alternanza scuola-lavoro” che vede coinvolti circa 40 studenti del Liceo Statale Giovanni Sulpicio di Veroli, è stato illustrato il tema della sicurezza negli stadi.
Interessante l’intervento dell’ingegnere Marchini, professionista di una ditta specializzata in sistemi di videosorveglianza, che ha, in termini di sicurezza negli stadi, presentato il   sistema di videosorveglianza anche in prospettiva del costruendo stadio Benito Stirpe.
Le telecamere utilizzate saranno posizionate in punti strategici della struttura, «a tutela degli sportivi e a sostegno del lavoro delle Forze dell’Ordine, che potranno avere un supporto eccezionale con lo “zoom” che il nuovo sistema garantirà».
L’esperto, che sta collaborando con i tecnici per la progettazione del nuovo sistema, ha mostrato ai ragazzi alcune slide illustrative della sua funzionalità, già operativa nel Mapei Stadium di Reggio Emilia, che presenta caratteristiche analoghe al “Benito Stirpe”, sia per capienza che per collocazione geografica, in area periferica della città.
Il sistema propone soluzioni con pochi punti di controllo idonei a coprire aree estese, con elevata risoluzione video.
Si può, inoltre, zoomare in un punto specifico senza peraltro perdere dettagli che possono accadere nelle immediate vicinanze, risalendo a chi va “attenzionato” anche se la scena è particolarmente rapida.

Fonte: Questura di Frosinone

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni