Atuttapagina.it

Il Frosinone ci ricasca, altra rimonta subita ad Ascoli: adesso non resta che gufare le rivali

Ci risiamo. Il Frosinone si fa rimontare ancora una volta e ancora una volta lascia due punti per strada contro un avversario non certo irresistibile. La squadra di Marino fallisce il gol del vantaggio in almeno un paio di clamorose occasioni (Maiello e Soddimo), poi subisce le iniziative dell’Ascoli e nel suo momento peggiore sblocca il risultato con Dionisi. A questo punto ci sono altre occasioni per il colpo del ko fallite (Terranova) e al 95′ arriva la beffa del pareggio bianconero. Finisce 1-1, il Leone sale a 62 punti, ma la Spal e il Verona possono superare o avvicinarsi ai giallazzurri in questa giornata.
Marino sorprende nella scelta della formazione. Questa volta il turnover c’è e si vede: fuori Daniel Ciofani, Sammarco e Krajnc e dentro Mokulu, Gori e Russo. Il Frosinone prova fin da subito a imporre il proprio gioco, l’Ascoli si difende con attenzione. I ritmi restano comunque molto bassi, anche se è il Leone a mostrare una maggiore intraprendenza. Al 14′ prima occasione della partita confezionata dal Frosinone. Mokulu serve Dionisi, che dal limite dell’area ascolana prova a battere Lanni: il portiere alatrense dei bianconeri blocca in due tempi. La squadra di Aglietti sembra incontrare molte difficoltà nel manovrare quando è in possesso del pallone. Al 21′ altra occasione per il Frosinone. Soddimo chiama Lanni all’intervento, il portiere respinge e sul tap in Mokulu spedisce il pallone sull’esterno della rete. La squadra di Marino cerca di trovare gli spazi per colpire l’Ascoli, ma i padroni di casa si difendono attentamente. Poco dopo la mezz’ora doppia occasione per il Leone. Soddimo su calcio di punizione crea un brivido alla difesa bianconera: il pallone viene deviato sopra la traversa. Dopo pochi secondi nuova deviazione in corner, questa volta di Lanni sul colpo di testa di Terranova. Il Frosinone cerca di affondare per vie centrali: le fasce, infatti, sono ben presidiate dai difensori dell’Ascoli. Finora il Leone ha fatto la partita, ma è mancato il colpo vincente; il Picchio, invece, ha pensato soprattutto a coprirsi. La sfida del “Del Duca” non è spettacolare: bisogna aumentare i ritmi per mandare in tilt la difesa di casa. Finisce così il primo tempo, con il risultato inchiodato sullo 0-0. Meglio il Frosinone, ma è mancato il gol del vantaggio.
Ad inizio ripresa l’Ascoli si dimostra più aggressivo, il Frosinone punta sulle capacità di palleggio dei suoi giocatori per mandare a vuoto i bianconeri. Al 7′ Dionisi lancia Mazzotta, che da posizione defilata lascia partire un diagonale che si spegne sul fondo. Un minuto più tardi Maiello si divora il gol del vantaggio. Mokulu mette in mezzo, Lanni allontana in modo non impeccabile e il pallone termina sui piedi del regista giallazzurro, che da comoda posizione centra il portiere avversario. Marino effettua il primo cambio: Gori lascia il posto a Sammarco. All’11’ tocca a Dionisi impegnare Lanni: il tiro potente dell’attaccante viene respinto dal portiere e poi allontanato da Mengoni. Al 15′ è Soddimo a fallire il gol del vantaggio: Mazzotta serve un cross basso per il trequartista, che manca il tap in sotto porta. Marino a questo punto mette in campo un altro titolare inizialmente escluso dalla formazione: Daniel Ciofani prende il posto di Mokulu. Al 23′ la prima occasione della partita dell’Ascoli: Favilli calcia con forza verso la porta di Bardi, ma il pallone termina a lato. E al 26′ la traversa dà una mano al Frosinone. Gigliotti batte una punizione che si stampa sul legno della porta difesa da Bardi. I padroni di casa si sono improvvisamente svegliati nella seconda metà della ripresa. Al 30′ gol annullato all’Ascoli per un fuorigioco di Orsolini: il pallone era stato insaccato con un colpo di testa. Terzo ed ultimo cambio nel Frosinone: Kragl rileva Soddimo. Mignanelli per poco non sblocca il risultato quando, a tu per tu con Bardi, si fa respingere il tiro. E nel suo momento peggiore, il Frosinone passa in vantaggio. Rinvio lungo di Bardi, difesa dell’Ascoli fuori posizione e perfetta esecuzione in diagonale di Dionisi che supera Lanni: è la rete dello 0-1, è la rete che porta il Leone in vantaggio. Al 35′ altro legno colpito dall’Ascoli: Carpani si libera nell’area giallazzurra, ma il suo tiro centra il palo. Al 38′ Terranova fallisce clamorosamente il gol del raddoppio: sugli sviluppi di un corner, il difensore, proiettatosi in avanti, spedisce il pallone sopra la traversa da pochi passi. L’Ascoli è tutto sbilanciato in attacco, il Frosinone può colpire sulle ripartenze. Al 41′ ci prova Daniel Ciofani, ma la sua conclusione non trova lo specchio della porta. L’Ascoli sta aggredendo il Frosinone in ogni zona del campo, il Leone dovrà stringere i denti in questi ultimi secondi. Al 48′ in contropiede Daniel lancia Dionisi, che, in precario equilibrio, calcia sopra la traversa. Un minuto più tardi ci prova Sammarco dopo una bella azione personale: il tiro a giro viene respinto da Lanni. E quando sembrava che il Frosinone potesse allontanare il pericolo grazie ad azioni di contropiede, arriva il gol del pareggio dell’Ascoli. Siamo al 50′ e Orsolini, dopo aver controllato il pallone, serve Perez che fa una sponda per Favilli: quest’ultimo insacca di testa per la rete dell’1-1. Non c’è più tempo per riprendere il gioco. Incredibile finale di partita per il Frosinone, che viene ancora una volta rimontato. Questo pareggio potrebbe pesare tantissimo sulla corsa promozione, con la Spal e il Verona che potrebbero rispettivamente superare e avvicinare il Leone nei loro rispettivi impegni. La squadra giallazzurra sembra incapace di mettere in cassaforte il risultato quando passa in vantaggio. Adesso, per dirla alla Marino (che dovrebbe lavorare sugli errori che puntualmente si ripetono), non resta che “gufare” le rivali del Frosinone. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni