Atuttapagina.it

Pasquetta indigesta per il Leone, l’inaspettato crollo con il Novara fa scivolare il Frosinone al terzo posto

Una Pasquetta da dimenticare per il Leone. Il Frosinone crolla in casa contro il Novara (2-3), la Spal batte il Trapani e vola sempre più verso la Serie A e il Verona vince contro il Cittadella e aggancia al secondo posto i giallazzurri ciociari: in virtù degli scontri diretti, però, oggi l’Hellas sarebbe promosso in A costringendo il Frosinone a giocare i play-off.
La formazione è quella ipotizzata, con Russo che prende il posto dello squalificato Terranova. Tutto invariato negli altri ruoli. Parte subito forte il Novara, che al 12′ trova il gol del vantaggio. Cross dalla sinistra, sponda di Galabinov per Macheda, che controlla e batte Bardi: 0-1 a favore della squadra di Boscaglia. Il Frosinone prova immediatamente a reagire e per recuperare lo svantaggio alza i ritmi dell’incontro. Al 20′ gli sforzi giallazzurri vengono premiati. Dionisi si libera nell’area avversaria, entra in contatto con Scognamiglio e subisce fallo: è calcio di rigore. Dal dischetto va Daniel Ciofani che firma la rete dell’1-1. Ma al 35′ viene assegnato un altro penalty, questa volta al Novara. Contatto nell’area giallazzurra tra Fiamozzi e Macheda: per l’arbitro Abisso ci sono gli estremi per l’assegnazione di un calcio di rigore. Del tiro dagli undici metri si incarica Galabinov, che riporta il Novara in vantaggio per 1-2. Non accade altro nel corso del primo tempo: il Leone dopo i primi 45 minuti è sotto di un gol.
Dopo una manciata di minuti dall’inizio della ripresa Marino corre ai ripari e inserisce Mokulu e Gori per Soddimo e Sammarco. Ma al 19′ è ancora il Novara a colpire. Scambio tra Cinelli e Macheda, con quest’ultimo che va alla conclusione vincente per il gol dell’1-3. Poi c’è spazio per Kragl che prende il posto di Russo. Gli sforzi del Leone di riaprire la partita vengono premiati solo al 45′, quando Mokulu beffa Da Costa in uscita e realizza a porta vuota la rete del 2-3. Nei cinque minuti di recupero il Frosinone prova a sfondare allargando il gioco sulle fasce, ma il Novara fa buona guardia. Finisce così, con il Novara che espugna il Matusa per 2-3. Viste le contemporanee vittorie della Spal e, soprattutto, del Verona, il Frosinone adesso è fuori dalla zona promozione diretta: bisognerà invertire immediatamente la marcia, se il Leone vuole ancora coltivare il sogno del ritorno in Serie A senza dover passare attraverso i play-off. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni