Atuttapagina.it

“Vi ringrazio per ogni lacrima, perché le mie non sarebbero bastate”. Le parole della mamma di Emanuele al funerale

«Grazie per le parole del vescovo, che ci invita a salvare i nostri ragazzi dalle inquietudini. Ringrazio tutti voi per ogni vostra lacrima, perché le mie non sarebbero bastate. Dio non ha chiamato Emanuele perché era cattivo, l’ha solo ricevuto dalla cattiveria degli uomini, Dio l’ha accolto». Lucia parla dalla chiesa di Santa Maria del Rosario di Tecchiena, durante i funerali del figlio Emanuele Morganti, massacrato fuori da un locale di Alatri nella notte del 24 marzo e morto due giorni dopo. Lei, insieme al papà, al fratello e alla sorella di Emanuele, è rimasta accanto alla bara. E alla fine della funzione ha parlato alle centinaia di persone arrivate per l’ultimo saluto.
«Emanuele era un angioletto, ma che dico, era un caciarone pieno di vita che ci faceva sentire vivi. A nome suo – ha aggiunto – chiedo un applauso a chi è in chiesa e chi è fuori, è il nostro grazie insieme alla richiesta di ricordare Emanuele nelle nostre preghiere».

Fonte: Il Fatto Quotidiano

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni