Atuttapagina.it

3 criteri per decidere la squadra vincitrice nella semifinale e nella finale dei play-off, ecco quali sono

Il regolamento dei play-off di Serie B è più semplice di quel che sembri, anche se va riconosciuto che è scritto in maniera non troppo trasparente. Sono tre i criteri che decidono la squadra vincitrice nei turni che interessano direttamente il Frosinone (semifinale ed eventuale finale). Andiamo a scoprirli:

1) Per prima cosa si tiene conto del punteggio conquistato da ciascuna delle due squadre nelle sfide andata-ritorno dei play-off (attenzione, non negli scontri diretti della stagione regolare). Dunque, chi vince prende 3 punti, pareggiando si prende un punto e la sconfitta ovviamente non dà punti. Quindi, si può pareggiare il punteggio solo in due casi: una vittoria per parte nella gara di andata-ritorno (3 punti ciascuno complessivamente) o un doppio pareggio (2 punti ciascuno complessivamente);

2) In caso di parità di punti si tiene conto della differenza reti nelle due gare di andata-ritorno dei play-off. Ovviamente con due pareggi la differenza reti è pari a 0 per entrambe le squadre, mentre con una vittoria ciascuno la differenza reti potrebbe variare tra l’una e l’altra squadra. Per fare un esempio: gara d’andata Squadra A – Squadra B 2-0, gara di ritorno Squadra B – Squadra A 2-1; a passare il turno è la Squadra A che può vantare una differenza reti di +1 (3 gol fatti e 2 subiti) contro una differenza reti di -1 della Squadra B (2 gol fatti e 3 subiti);

3) Nel caso di perfetta parità nella differenza reti, si tiene conto del terzo e ultimo criterio: la posizione di classifica al termine della stagione regolare. In questo caso il Frosinone, che è la migliore squadra nella griglia dei play-off con il suo terzo posto, avrebbe ragione sia in semifinale che in un’eventuale finale su qualsiasi avversario.

Dunque, il Frosinone con 4 pareggi verrebbe promosso in Serie A. Si tenga, inoltre, presente che nei play-off di Serie B non vige la regola del maggior peso dei gol in trasferta che caratterizza le coppe europee e, infine, si ricordi pure che i tempi supplementari nelle sfide di semifinale e finale non sono previsti.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni