Atuttapagina.it

È mancato il coraggio nei momenti importanti, il Frosinone non ha saputo osare

Una dote che dovrebbe avere una squadra di calcio è il coraggio. Quel coraggio che aveva contraddistinto il Frosinone negli anni passati, capace di crederci fino in fondo, di sfidare la malasorte e di guardare in faccia gli avversari, a petto in fuori e con la giusta dose di spavalderia che ci vuole per ottenere un risultato importante. A questo Frosinone, a tutto il Frosinone, è mancato il coraggio.
È mancato il coraggio dell’allenatore di osare. Marino è arrivato in Ciociaria con la fama di essere un tecnico amante del gioco offensivo, di lui qualche anno fa si diceva addirittura che fosse l’erede naturale del credo tattico di Zeman. E, invece, il Frosinone ha giocato gran parte della stagione con l’obiettivo principale di non prenderle: quando c’è stato da dare il colpo del ko alla stagione o ad una singola partita, come ieri, Marino non ha avuto coraggio.
È mancato il coraggio della squadra di assumersi le proprie responsabilità. È vero che il motivatore e il responsabile tecnico di un gruppo è o dovrebbe essere l’allenatore, ma i giocatori del Frosinone hanno troppa esperienza per dover aspettare che venga loro detto cosa fare in campo. In alcune circostanze – vedi la gestione dei finali di partita contro l’Ascoli o il Benevento – la squadra non ha saputo prendere in mano la situazione, tenere sotto controllo la gara e blindare il risultato. E questa mancanza di personalità è stata pagata carissima.
È mancato il coraggio della società di prendere una decisione importante, quella di esonerare il tecnico quando il Frosinone stava perdendo un campionato già vinto. Il presidente Stirpe ha pensato seriamente a questa possibilità, ma non se l’è sentita di andare fino in fondo. L’avventura di Marino in giallazzurro si era già conclusa alla 37ª giornata dopo la sconfitta di Terni: la società non lo ha capito o non lo ha voluto capire. E non ha dato la scossa a una squadra che mentalmente stava sprofondando. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni