Atuttapagina.it

Frosinone, l’obiettivo è trasformare la delusione in rabbia. E vincere i play-off

Una situazione non proprio identica, ma molto simile a quella di tre anni fa. Anche allora il Frosinone era in testa alla classifica fino a poche settimane prima della fine del campionato, anche allora fu fatale una sconfitta nelle giornate finali come capitato quest’anno a Benevento. Allora fu il Perugia nell’ultimo turno a dare una grandissima delusione al Leone. Che da quell’amarezza riuscì a trarre le energie positive per poter vincere i play-off.
Tre anni dopo il Leone, che può ancora fare affidamento su molti protagonisti di quel 2014, dovrà cercare di ripetere l’impresa. La fase del leccarsi le ferite deve lasciare il posto a quella della rabbia e della cattiveria agonistica. Allora il Frosinone dimostrò di essere il più forte di tutti e lo fece vedere nei play-off. Anche adesso quella giallazzurra è la squadra migliore – la classifica della stagione regolare parla chiaro – e dovrà far pesare valori tecnici, atletici e mentali contro qualsiasi avversario si frapponga sulla strada verso la Serie A. Occorre trasformare la delusione attuale in fame e voglia di vincere: il Frosinone ce la può fare. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni