Atuttapagina.it

La certezza di Marino: «Noi ci crediamo, la squadra lo ha dimostrato»

Ultimi 180 minuti prima della fine del campionato. 180 minuti che potrebbero regalare al Frosinone il paradiso della Serie A diretta o il purgatorio dei play-off. Intanto, però, i primi 90 minuti saranno i più difficili. Forse in assoluto i più complicati di tutta la stagione giallazzurra.
A Benevento ci sarà un ambiente caldo, che cercherà di fermare il Frosinone per poter disputare i play-off. Pasquale Marino vuole smorzare le tensioni: «Non penso ci siano difficoltà di nessun genere sotto il punto di vista delle pressioni nei nostri confronti. Andremo a giocare fuori casa contro una squadra forte e al cospetto di un pubblico abbastanza corretto. Tutti loro cercheranno di dare il 200%, come è normale che sia. Ma anche noi daremo il massimo».
Il Frosinone arriva a questo appuntamento con il morale alle stelle. «Queste tre vittorie consecutive hanno aumentato la nostra autostima – spiega l’allenatore del Frosinone -. Abbiamo anticipato il ritiro a ieri sera perché in città c’è una certa frenesia, ma noi siamo sereni». E allora come andrà affrontato il Benevento? «Bisognerà essere cattivi dal punto di vista agonistico in fase di non possesso e dovremo essere bravi a ragionare in fase di possesso». Marino è convinto delle possibilità dei suoi: «Noi ci crediamo, la squadra lo ha dimostrato con i fatti. Non avremmo vinto tre partite consecutive dopo quel periodo in cui sono mancati i risultati».
Dovendo scegliere tra i valori tecnici, l’aspetto tattico, la condizione atletica o le motivazioni, Marino su quale tra questi quattro elementi punta maggiormente per avere ragione del Benevento? «Credo che bisognerà essere bravi un po’ in tutto, tutti gli aspetti sono importanti e nessuno va trascurato».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni