Atuttapagina.it

Marta Russo, il mistero della Sapienza: a Frosinone incontro con Mauro Valentini, autore di un libro sull’omicidio della studentessa

L’omicidio di Marta Russo in un libro in cui vengono fuori tutte le contraddizioni di un caso giudiziario che vent’anni fa catturò l’attenzione dell’opinione pubblica di tutto il Paese.
Venerdì 12 maggio, con inizio alle 17.30, presso l’aula magna del liceo classico “Norberto Turriziani” di Frosinone, il giornalista Mauro Valentini presenterà il libro “Marta Russo – Il mistero della Sapienza”, edito da Sovera Edizioni.
Un evento organizzato dall’associazione “Tutti i colori del libro”, che ha già organizzato l’omonimo festival dei libri. A dialogare con l’autore sarà la giornalista Laura Collinoli.
La data del 12 maggio non è casuale, in quanto proprio il 12 maggio del 1977 fu uccisa a Roma un’altra studentessa, Giorgiana Masi, citata nello stesso libro di Valentini.
Il 9 maggio 1997 Marta Russo, una studentessa dell’Università La Sapienza di Roma mentre passeggia a fianco di una sua amica viene colpita da un proiettile che la ferisce mortalmente alla nuca. È l’inizio di un incubo per tutti gli studenti dell’ateneo più grande d’Europa. Chi può aver avuto motivo per sparare ad una ragazza modello, che non aveva nemici. Affiora già durante le prime indagini l’idea che l’omicidio sia opera di un folle. Poi però, le prime perizie, alcune testimonianze che si arricchiscono di particolari giorno dopo giorno focalizzano l’attenzione su due giovani assistenti della Facoltà di Filosofia del Diritto: Giovanni Scattone e Salvatore Ferraro che vengono arrestati un mese dopo l’omicidio e che per quell’omicidio verranno condannati dopo cinque gradi di giudizio.
Ma molte domande resteranno per sempre senza risposta: perché hanno sparato? Chi sono i testimoni che li hanno visti compiere questa follia? Quali misteri a distanza di venti anni si celano attorno a quello sparo all’Università? Mauro Valentini ripercorre l’incredibile vicenda umana e giudiziaria che ha portato alla condanna di Scattone e Ferraro, svelando molti particolari inediti di quello che rimane, nonostante la sentenza passata in giudicato, un vero enigma. Perché, come scrive Sandro Provvisionato nella sua prefazione: “per Marta Russo non è stata fatta giustizia”.
Appuntamento venerdì 12, alle 17.30, presso l’aula magna del liceo classico “Norberto Turriziani”.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni