Atuttapagina.it

Per 50 secondi Bardi chiede un terzo uomo in barriera, nessun compagno lo ascolta e il Carpi segna

Il gol di Letizia che ha regalato la vittoria al Carpi e ha eliminato il Frosinone dai play-off è arrivato a causa di un grave errore nella gestione di quel maledetto calcio di punizione. Tanti hanno puntato l’indice contro Bardi, ma è davvero solo sua la colpa di quel gol?
Le immagini di Sky raccontano altro. A partire dal minuto 39:32 si vede inquadrato il portiere del Frosinone con il braccio alzato e tre dita mostrate ai suoi compagni: chiaro il messaggio, in barriera devono esserci tre giallazzurri. A quel punto accade qualcosa di irrazionale, perché nessuno va ad aggiungersi a Gori a Maiello che avevano formato la barriera. Bardi si sgola, urla, richiama l’attenzione dei compagni, quasi implora che qualcuno vada a mettersi in barriera. Nessuno sembra dargli retta. Anzi, nessuno lo ascolta. A quel punto – siamo al minuto 40:22 – Ghersini fischia la ripresa del gioco, Letizia calcia e il pallone sfila alla sinistra della barriera e finisce in rete. Erano passati 50 secondi, 50 secondi durante i quali Bardi ha chiesto un terzo giocatore da opporre alla punizione del Carpi.
L’episodio testimonia una scarsa presenza mentale del Frosinone in quella fase della partita. La squadra era terrorizzata dall’idea di perdere e in campo non si riusciva più a gestire una normale situazione di calcio piazzato. E questo stato di panico è stato pagato carissimo. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni