Atuttapagina.it

«Per la ripresa serve sinergia tra enti», Confcommercio Lazio sud inaugura la sede dell’Ascom di Cassino

«Una volta tanto non si parla solo di tagli alla spesa pubblica, bensì di un “taglio” benevolo. Oggi, con l’apertura della nostra sede, lanciamo un segnale forte e chiaro per chiamare una ripresa che è già iniziata con la nuova governance di Confcommercio Lazio Sud». Ha esordito cosi il presidente dell’Ascom territoriale Confcommercio Lazio Sud di Cassino, Bruno Vacca, alla cerimonia di inaugurazione della sede di via Varrone. Un altro passo importante nel lungo percorso della ricostruzione al quale gli associati non hanno voluto mancare.
«Siamo convinti che occorra ripartire dalle imprese, per le imprese – ha aggiunto Vacca -. Ripartiamo con una nuova squadra composta da uomini e donne con alle spalle una storia imprenditoriale fatta di tante giornate di lavoro onesto e produttivo».
Poi, richiamando alla memoria gli anni del secondo dopoguerra e la capacità della gente di allora di ricostruire un futuro, ha aggiunto: «Dobbiamo ritrovare quello spirito, essere capaci di collaborare e, insieme alle istituzioni, cercare di restituire alla nostra città il suo giusto decoro, renderla accogliente e organizzata».
E in tal senso l’inaugurazione della nuova struttura di via Varrone è stata salutata da tutti come un segno importante di vitalità per l’economia locale, in un clima di sintonia e di collaborazione.
«La presenza oggi delle istituzioni è significativa – ha commentato il presidente di Confcommercio Lazio Sud, Giovanni Acampora -. Tradotto in termini pratici, sta ad indicare che l’obiettivo che ci siamo prefissi poco meno di un anno fa con la nascita della nuova governance di Confcommercio Lazio Sud, ossia la collaborazione tra pubblico, privato e associazioni, è perseguibile. L’apertura della struttura di Cassino è un segnale di fiducia alle imprese del territorio, soprattutto in un momento di grande crisi economica. Gli uomini e le donne di questa associazione sapranno rappresentare al meglio una realtà splendida come quella del commercio».
A fargli eco le parole del vicepresidente Cristian Mancini: «Una grande squadra è formata da persone perbene e non da perbenismo. Nell’anno zero di Confcommercio Lazio Sud sento di mandare un messaggio ai nostri associati: iniziamo a lavorare insieme, a rimboccarci le maniche e, da commercianti quali siamo, riappropriamoci del nostro titolo ma soprattutto riportiamolo alla nobilitazione del fatto di essere i discendenti dei mercanti».
Un saluto breve a tutti i presenti è arrivato anche dal direttore generale Salvatore Di Cecca e dal presidente dell’Ascom di Formia Giovanni Orlandi, presenti in sala.
Al sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro, invece, la conclusione della cerimonia: «Confcommercio Lazio Sud è al centro dello sviluppo della nostra città. Cassino necessita di una presenza forte di Confcommercio Lazio Sud con un’unità territoriale come l’Ascom; avere una sede e un punto di riferimento è fondamentale per i nostri commercianti. Come amministrazione siamo vicini all’Associazione; da qui a breve metteremo in campo un calendario specifico di attività e iniziative che siano volte a far ripartire la città. Quando il mondo delle associazioni dei commercianti ci mette la faccia e la buona volontà, le amministrazioni non possono fare altro se non dare un contributo concreto perché riescano nel loro intento».
L’inaugurazione è stata, inoltre, l’occasione per presentare l’accordo siglato nel mese di marzo tra Confcommercio Lazio sud e l’UNPLI, Unione Pro Loco delle province di Frosinone e Latina, al fine di favorire un più incisivo partenariato tra le due associazioni con l’obiettivo di sviluppare strumenti di collaborazione e sinergie operative per favorire la miglior riuscita di eventi mirati allo sviluppo turistico, alla valorizzazione, conoscenza e fruizione del tessuto urbano, delle bellezze artistiche, culturali ed enogastronomiche dei territori.
«Confcommercio Lazio Sud conosce bene le nostre realtà territoriali e le loro esigenze, avendo al suo interno nostri operatori; questo ci ha spinto nel mettere in piedi un percorso condiviso che, siamo certi, porterà a dei risultati importanti», ha dichiarato, entusiasta, il presidente pro-tempore Valter Creo.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni