Atuttapagina.it

Psicodramma Frosinone, harakiri in 11 contro 9: giallazzurri eliminati dal Carpi ai play-off

Partiamo dalla fine. La Curva Nord chiama la squadra sotto il settore per contestarla. Manca Marino, che ha già fatto rientro negli spogliatoi. Frara, allora, va a chiamare l’allenatore, che rientra in campo e si prende la dose più sonora di fischi. I tifosi lo invitano ad andarsene. E il tecnico li accontenta. Pochi minuti dopo, infatti, in sala stampa Marino annuncia le sue dimissioni: «Dopo una partita del genere è ovvio che mi faccia da parte».
Prima c’era stata l’attesa, la speranza, perfino l’entusiasmo. Il Frosinone poteva e doveva passare il turno, visto il risultato dell’andata. Lo 0-0 stava premiando il Leone, che poi ha avuto l’ulteriore vantaggio di ritrovarsi in doppia superiorità numerica per l’espulsione di due giocatori del Carpi. Bisognava solo approfittare della situazione o, al massimo, tenere inchiodato il risultato in parità. E invece…
E invece al Matusa, alla sua ultima partita, è andato in scena uno psicodramma giallazzurro. Il Carpi ha segnato nei minuti finali e il Frosinone ha cercato, invano, di recuperare il risultato negli ultimi istanti del match. Troppo tardi, il Frosinone è stato eliminato dai play-off con merito: sarebbe stato chiedere troppo alla fortuna in quel momento. Il resto è storia nota. Marino si è fatto da parte, i giocatori sono stati fischiati e i tifosi sono andati via dal Matusa arrabbiati. Sarà dura assorbire il colpo. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni