Atuttapagina.it

Cesare e Stitch, compagni di classe a 4 zampe degli studenti di Tecchiena. E il progetto diventa un libro

Un’iniziativa mai vista in Italia: due cagnolini, i dolcissimi Cesare e Stitch, ammessi in classe durante le normali ore di lezione. Il tutto per aumentare il senso di responsabilità dei ragazzi e per rafforzare la socializzazione all’interno della classe stessa. È il “Progetto Pluto”, portato avanti con entusiasmo e passione dalla scuola secondaria di primo grado “Egnazio Danti” di Tecchiena di Alatri.
Quella scritta negli ultimi tre anni è una storia da raccontare. Una storia nella quale insegnanti, studenti e famiglie hanno dato vita a un percorso unico nel nostro Paese. Il tutto è nato per iniziativa della professoressa Ileana De Bernardis, docente di sostegno specializzata nell’Intervento Assistito con gli Animali, che ha proposto di promuovere l’interazione sociale dei bambini disabili e con difficoltà di apprendimento attraverso l’intervento assistito dei cani. Ottenuto il pieno appoggio del dirigente scolastico Raffaella Carrubba, la professoressa De Bernardis ha introdotto i suoi cani nella classe dove era presente un bambino speciale: Francesco. Cesare e Stitch, gli amici a quattro zampe, hanno immediatamente avuto un benefico effetto su Francesco, ma lo hanno pure avuto sugli altri alunni. I due cagnolini hanno accresciuto il livello di concentrazione della classe e i ragazzi sono stati aiutati a perdere le loro insicurezze e a rafforzarne il carattere e la voglia di apprendimento.
Nel frattempo il progetto è cresciuto e nell’ultimo anno è stato esteso anche ad altre classi. Prezioso in tal senso il contributo di Irene Messia, assistente specialistica, che le docenti dell’istituto Danti hanno definito «una grande risorsa della scuola». È stata lei l’anima dei laboratori didattici nei quali gli alunni, accompagnati dai tutor, hanno dato libero sfogo alla loro creatività. Grazie al vario materiale di scarto recuperato ovunque non fosse più necessario (stoffe, vecchi indumenti, legname), sono state realizzate – sempre in compagnia di Cesare e Stitch – cucce, cuscini, giochi per cani e gatti che sono stati donati ad alcuni canini e gattili del nostro territorio.
Alla fine di questo percorso, lungo tre anni, le docenti di lettere Filomena Minotti e di educazione artistica Raffaella Marotta hanno pensato che fosse giusto lasciare una traccia del progetto Pluto. E così, insieme ai ragazzi della III E, hanno realizzato un libro con la tecnica dello scrapbooking. I ragazzi, aiutati dalle due insegnanti, hanno messo nel libro tutta la loro vita negli ultimi tre anni insieme a Cesare e Stitch: parole, foto, disegni, emozioni e colori. Un’opera che servirà a ricordare ciò che di grandioso è stato fatto alla scuola “Egnazio Danti” di Tecchiena. «Perché questa esperienza ha lasciato un’impronta all’istituto», hanno spiegato le docenti che hanno presentato il libro. Un libro che, nelle intenzioni delle professoresse Minotti e Marotta, potrebbe essere presto stampato e reso pubblico. (Gabriele Margani)


Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni