Atuttapagina.it

Pesci morti nel Lago di Canterno per l’inquinamento? No, per il presidente del Parco la colpa è… del caldo

«Attendiamo gli esiti ufficiali delle analisi prima di esprimerci definitivamente sulle cause del fenomeno che ha interessato il Lago di Canterno. Da prime informazioni, in ogni caso, emerge che la causa sia la scarsa ossigenazione delle acque derivante dalle elevate temperature di questo periodo e da un limitato quantitativo di acqua presente all’interno del bacino». Lo ha affermato Bruno Marucci, presidente del Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi.
«Le operazioni di bonifica e smaltimento dei pesci morti procedono spedite. Mi preme rivolgere un sentito ringraziamento all’associazione Carpe Diem per l’impegno mostrato e all’assessore regionale all’Ambiente Mauro Buschini che ha seguito l’iter per l’inizio della bonifica del sito che potrà così essere restituito a cittadini e turisti che, specie nella stagione estiva, ne approfittano per trascorrere intere giornate al Lago di Canterno», ha aggiunto Marucci.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni