Atuttapagina.it

«Più mezzi e uomini alle forze dell’ordine del territorio». L’allarme lanciato dalla Uil Polizia di Frosinone

Un migliore coordinamento delle forze di polizia per garantire al territorio della provincia, in particolare quelli di Sora e Cassino, una presenza maggiore delle pattuglie sulle strade, così come chiede la popolazione. È questo uno degli obiettivi di Norberto Scala, dopo essere stato confermato lo scorso 5 giugno alla guida della Uil Polizia di Frosinone.
«Dal territorio – ha spiegato il segretario generale – arriva ogni giorno la richiesta per una maggiore sicurezza. Come sindacato da tempo chiediamo che ci siano più automobili a pattugliare le strade, specialmente in zone particolari come quella di Cassino e in parte anche Sora. Sul territorio della città martire esiste l’infiltrazione della criminalità organizzata che va combattuta con più mezzi e più uomini. Nei giorni scorsi si era paventata la chiusura della sezione della Squadra Mobile del Commissariato di Cassino che, dopo le nostre rimostranze, è fortunatamente rimasta intatta. Il questore ci ha rassicurati, ma già che si sia parlato di questa eventualità ci lascia l’amaro in bocca».
Norberto Scala entra nel dettaglio: «Abbiamo bisogno di immettere nuovo personale all’interno dell’organico della polizia perché molti di noi hanno ormai superato i 50 anni e giovani elementi potrebbero dare nuova linfa alla lotta contro la criminalità. Al ricambio generazionale vanno affiancati mezzi più idonei perché la criminalità organizzata ha soldi per investire sulla tecnologia e sempre più spesso è avanti rispetto alle forze dell’ordine. Quando i cittadini si organizzano in maniera autonoma con ronde notturne vuol dire che il sistema di sicurezza statale ha fallito e non è in grado di fronteggiare la situazione. Occorre un coordinamento migliore tra le varie forze dell’ordine come succede a Frosinone dove polizia e carabinieri si sono divisi il territorio di competenza. Chiediamo che lo stesso venga fatto a Sora e a maggior ragione a Cassino, dove la situazione non è affatto semplice essendo al confine con la Campania».
Avere più risorse di uomini e mezzi è possibile se si dà un taglio agli sprechi. «Un’altra battaglia della Uil Polizia – ha spiegato Norberto Scala – è quella contro gli sperperi. A Sora, ad esempio, la Polizia Stradale e il Commissariato hanno due sedi ben distinte una di fronte all’altra. Chiediamo che vengano accorpate e chiusa quella che costa di affitto circa 80 mila euro. In questo modo riusciremo a recuperare non solo due pattuglie, ma avere anche i soldi per comprare macchine o pc, assumere nuovo personale ed evitare che, come spesso accade, i miei colleghi siano costretti a comprare parti della divisa».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni