Atuttapagina.it

Ernica Etnica, un successo la manifestazione che ha portato a Veroli i ritmi della musica popolare italiana

A Veroli grande successo di pubblico e di critica artistica per Ernica Etnica 2017, “la Musica che abbiamo nel Cuore”, che domenica scorsa ha chiuso il sipario della XVIII edizione. Una conclusione davvero “esplosiva” grazie alle coinvolgenti musiche salentine di uno dei gruppi storici della Notte della Taranta, I Tamburellisti di Torrepaduli.
Una piazza Santa Salome stracolma, con migliaia di appassionati di musica popolare che hanno accompagnato con balli e battiti di mani oltre due ore di concerto caratterizzato da pizzica e tarantelle interpretate con l’inconfondibile stile salentino all’insegna della spensieratezza e della festa.
«Ernica Etnica – commenta il sindaco di Veroli Simone Cretaro – si conferma un evento musicale molto partecipato e sentito dal pubblico in quanto tocca le tradizioni e la cultura non solo dei territori che ospitiamo, ma anche quelli delle nostre tante zone rurali presenti non solo a Veroli  ma nell’intera Ciociaria. Ringrazio la direzione artistica per aver allestito un programma anche quest’anno davvero accattivante, la presidenza del Consiglio Regionale del Lazio per il sostegno accordato, la Pro Loco, i nostri uffici e dipendenti e tutti coloro che a vario titolo hanno contribuito all’organizzazione e realizzazione della rassegna».
Serata conclusiva anticipata dalla straordinaria performance del maestro Piero Ricci, artista e ricercatore della zampogna, venuto per ritirare il premio istituto proprio quest’anno e dedicato ai Maestri della Tradizione. «Un doveroso riconoscimento – spiega il direttore artistico Giuseppe Gennaro – perché è grazie all’impegno e alla passione di questi maestri, che intendiamo premiare anche nelle prossime edizioni, che la musica popolare è stata apprezzata a livello internazionale. E Veroli, con Ernica Etnica, fa parte di questo mondo».
Una tre giorni davvero entusiasmante con un inizio per palati fini, con i Brigan che dal sud Italia ci hanno portato alla musica celtica, per proseguire il sabato con il coinvolgente ritmo delle tarantelle e della paranza napoletana dei Pietrarsa e del suo leader Mimmo Maglionico, per finire con la festa della taranta & pizzica salentina dei Tamburellisti di Torrepaduli dello studioso musicista Pierpaolo De Giorgi.
«Una rassegna – conclude l’assessore alla cultura Cristina Verro – molto intensa per partecipazione e con un ritmo musicale sempre in crescendo, come ormai ci ha abituato il nostro direttore artistico. La nostra città si è fatta trovare pronta all’evento accogliendo tanta gente nella massima tranquillità e questo ci lascia fiduciosi anche per i prossimi appuntamenti di Liri Blues e dei Fasti».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni