Atuttapagina.it

L’artista di Piglio Piero Ricci premiato a Milano, un ambasciatore della Ciociaria nel mondo dell’arte

Martedì scorso si è svolta a Milano, presso il Teatro Dal Verme, la cerimonia di assegnazione del “Premio Internazionale Arte Milano” con la presenza del professor Vittorio Sgarbi.
Un riconoscimento è stato assegnato anche a Piero Ricci, artista di Piglio al quale viene riconosciuto dai critici più illustri l’originalità e la grande spiritualità che trasmettono le sue opere.
Un folto numero di addetti ai lavori – galleristi, giornalisti, critici, operatori d’informazione e appassionati d’arte – gremivano il teatro insieme agli artisti premiati.
La presenza di Marco Travaglio, giornalista e scrittore, insieme al regista Moni Ovadia, ha fatto di questa serata un evento ricco di forti emozioni.
Così ha scritto Vittorio Sgarbi a proposito del Maestro Ricci: «La selezione del suo operato in occasione di questo prestigioso progetto attesta il valore della sua ricerca stilistica nel panorama artistico contemporaneo».
Il commento critico del professor Sandro Serradifalco è stato, invece, questo: «Essenzialmente un minimalista di tradizione, Piero Ricci si diletta con una pittura priva di qualsiasi elemento aggiuntivo che lui stesso reputi superficiale. La sua è un’arte completamente concettuale, da cima a fondo emblematica di un movimento artistico che nulla ha a che vedere con la tradizione pittorica classica, con il figurativo e nemmeno con l’astratto. Piero Ricci si concentra su un’analisi accurata della realtà, della sua estetica e dei suoi contenuti e lo fa seguendo un preciso schema d’azione che lo porta a sintetizzare questa stessa realtà traendone solo il necessario e rappresentandolo attraverso i suoi lavori. Il segno diventa così il motivo principale della sua produzione artistica, segno che diventa concetto in un processo ciclico trasformando l’astratto in concreto e poi di nuovo in astratto per ridiventare concreto. L’idea, nata dalla mente, prende forma grazie allo strabiliante talento espressivo e alle capacità di sintesi immaginifiche del maestro, che ogni anno di più si riconferma un autore contemporaneo di grande originalità e preparazione. Il richiamo di un’estetica semplice si fa sentire e Ricci risponde con eleganza e raffinatezza».
Artista a tutto tondo, il Maestro Ricci si è incamminato in nuovi sentieri dando vita ora a brillanti ritratti, paesaggi e nudi femminili che fanno trasognare, come pochi artisti poliedrici riescono a fare. (Marco Evangelista)


Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni