Atuttapagina.it

L’Ugl contro il Comune di Alatri: “Non vuole incontrarci sulla vicenda del personale dei centri diurni asili nido”

L’Ugl torna a chiedere un confronto al Comune di Alatri per affrontare le problematiche che stanno mettendo a rischio il posto di lavoro degli operatori della cooperativa “Altri Colori”.
Ad oggi ogni richiesta è caduta nel vuoto, un silenzio assordante da parte dell’ente che avrebbe l’obbligo di ascoltare le istanze dei rappresentanti dei lavoratori che vivono da tempo, ormai, momenti di difficoltà e tensione.
Il sindacato, su richiesta degli stessi operatori della cooperativa, si era presentato ad un incontro precedente con l’assessore ai servizi sociali Fabio Di Fabio, che, però, ha escluso l’organizzazione dal tavolo al quale, a suo dire, era legittimata a partecipare solo la Cgil.
Nelle ore immediatamente successive l’Ugl ha chiesto udienza allo stesso Comune che, a tutt’oggi, non ha voluto rispondere.
«Un comportamento grave che va a minare il corretto rapporto tra l’ente e le parti sociali mirato unicamente a salvaguardare posti di lavoro e assicurare agli operatori la dovuta retribuzione – scrive in una nota l’Ugl -. Ora ben si comprendono le difficoltà dell’amministrazione alatrense, probabilmente riconducibile al modello Renzi. Il sindacato Ugl, da sempre al fianco dei lavoratori per la tutela e difesa dei loro diritti, con la fermezza e la tenacia di sempre comunica che in mancanza della convocazione sarà presente a breve e autonomamente presso la sede comunale di Alatri per chiedere spiegazioni in merito all’inammissibile silenzio che sta penalizzando i lavoratori».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni