Atuttapagina.it

Rifiuti tossici ad Aprilia, tra gli arrestati anche un ciociaro

C’è anche un ciociaro tra le 15 persone arrestate dalla polizia di Latina nell’ambito dell’inchiesta sullo smaltimento abusivo di rifiuti tossici in una cava dismessa nel territorio comunale di Aprilia. Si tratta di Elio Bacci, 64enne residente a Trevi nel Lazio. L’uomo è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, richiesta dalla Direzione Distrettuale Antimafia ed emessa dal Gip del Tribunale di Roma. Bacci, insieme ad altre 14 persone, dovrà rispondere a vario titolo dei reati di traffico illecito di rifiuti, fittizia intestazione di beni, autoriciclaggio e vari reati ambientali con l’aggravante dell’associazione a delinquere.
Oltre agli arrestati, anche altre 6 persone sono finite nell’inchiesta: per loro è stata disposta la misura cautelare del divieto di dimora nei comuni di Aprilia, Ardea e Velletri e dell’obbligo di presentazione quotidiana alla Polizia giudiziaria.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni