Atuttapagina.it

Area di servizio La Macchia, sventato tentativo di violenza sessuale: 22enne salvata da un blitz della polizia

Erano le 15 di ieri pomeriggio quando una 22enne, di professione modella, disperata, ha chiesto aiuto ad un suo amico tramite WhatsApp: un uomo la stava molestando.
La giovane ha riferito, tramite chat, in grande stato di agitazione, che stava transitando, per motivi di lavoro, in A1 direzione nord, nel territorio di Ceprano, a bordo di una berlina condotta da un autista, mentre al suo fianco, nel sedile posteriore, c’era il titolare di una nota griffe italiana che ha tentato in tutti i modi un approccio fisico.
Il ragazzo, ricevuta questa preoccupante confessione, ha contattato immediatamente la linea di emergenza 113, riferendo la difficile situazione che stava vivendo la 22enne.
È scattato subito un piano di intervento urgente coordinato: dalla sala operativa della Questura è stata predisposta immediatamente una squadra con agenti della Polizia Stradale, delle Volanti e della Squadra Mobile, che impiega personale femminile specializzato appartenente alla Sezione “Reati contro la persona, in danno dei minori e reati sessuali”.
In considerazione del fatto che a pochi chilometri da dove la 22enne è stata localizzata c’è un’area di servizio, è stato consigliato alla giovane, contattata dalla polizia con i necessari accorgimenti, di fingere un malore e di chiedere, pertanto, una sosta alla prossima area di servizio, che è quella nel territorio di Anagni.
Un’attività di osservazione e pedinamento ha permesso di monitorare la situazione: agenti in divisa ed in borghese si sono posizionati in modo tale da non destare sospetti così che l’uomo acconsentisse alla pausa-viaggio.
La ragazza, abilmente “attenzionata” dai poliziotti, è scesa dall’auto e si è diretta verso la toilette, mentre i suoi compagni di viaggio sono stati fermati ed identificati.
Dopo gli accertamenti di rito, per il titolare della ditta di moda, un 70enne campano, è scattata la denuncia per il reato di violenza sessuale.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni