Atuttapagina.it

Caldo a Frosinone, l’esperto Maurizio Cruciani: “In 48 ore abbattuto per due volte il record di temperatura, è un evento storico”

È l’uomo del meteo, colui che elabora e studia numeri e dati sulla meteorologia nel territorio comunale di Frosinone. Maurizio Cruciani, responsabile dell’Ufficio Meteo della Protezione Civile del Comune di Frosinone, ci ha aiutati a capirne di più su questo caldo record e anche a sfatare qualche falsa credenza, come quella sulle temperature registrate dai pannelli luminosi sparsi per la città o quelle segnalate sui cruscotti delle macchine.
«Un termometro, per essere attendibile, deve essere schermato – spiega Cruciani -. Per questo non possono essere veritiere le temperature segnalate, ad esempio, dai termometri delle auto. Il sensore, infatti, posto sotto lo specchietto laterale, risente dell’influenza del calore della lamiera metallica della carrozzeria e, soprattutto, del calore proveniente dall’asfalto rovente. Per questa ragione i dati sono falsati. Per avere una temperatura reale servono, invece, le stazioni meteorologiche». Come quella in dotazione al Servizio di Protezione Civile del Comune di Frosinone.
Insomma, per esser chiari: a Frosinone non si è arrivati a toccare quota 46 o 48 gradi come segnalato da alcuni termometri, ma il caldo resta comunque record. Ce lo spiega proprio Cruciani: «La fase che stiamo vivendo in questi giorni può essere definita storica. La stazione meteorologica dell’Aereonautica è attiva dal 1961 e la temperatura più alta, prima d’ora, registrata a Frosinone è stata di 41,4° il 25 agosto 2007. Ma nelle ultime 48 ore il record è stato superato due volte e si tratta di un evento eccezionale dal punto di vista climatico: mercoledì è stata toccata quota 42,2° e ieri siamo arrivati a 42,8°. E, aggiungo, tra oggi e domani questi valori potrebbero essere superati per arrivare fino a 43°». Tra l’altro è da sottolineare la comparazione dei dati dell’Aeronautica con quelli della stazione meteorologica della Protezione Civile del Comune di Frosinone in piazza VI Dicembre: qui le temperature massime registrate sono state di 40,7° nella giornata di mercoledì e di 40,2° in quella di ieri.
Quanto durerà questo caldo record? «Le temperature rimarranno elevate fino a sabato, poi da domenica ci sarà un calo – risponde l’esperto -. Contemporaneamente, però, ci sarà un aumento dell’umidità e, quindi, la percezione della diminuzione del caldo sarà poco rilevante. Dal 10 agosto, comunque, è certo che ci sarà un cambio della massa d’aria, anche se la siccità proseguirà per mancanza di precipitazioni».
Maurizio Cruciani cura un ufficio che ben pochi Comuni possono vantare, grazie soprattutto all’impegno e alla professionalità di un funzionario come Ruggero Marazzi, responsabile della Protezione Civile di Frosinone. In rete c’è un portale informativo costantemente aggiornato: www.web.comune.frosinone.it/meteo/fr e www.comune.frosinone.it/archivio12_aree-tematiche-come-fare-per_0_46_0_2.html. Quello portato avanti è un discorso di pianificazione organizzativa utile per cittadini e istituzioni. Basti pensare a quanto sia importante conoscere il meteo per un ente locale che vuole organizzare un evento e, in base alle condizioni climatiche, stabilire in quali giorni sia più conveniente farlo: conoscere la meteorologia aiuta anche, in questo caso, a saper spendere risorse pubbliche. E a Frosinone questo servizio è a livelli d’eccellenza. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni