Atuttapagina.it

Il ruggito del Leone in Irpinia, esordio ok al Partenio contro il Cittadella

La trappola poteva essere dietro l’angolo. L’esordio “casalingo” ad Avellino, con il campo sintetico, e un avversario come il Cittadella, che un anno fa di questi tempi fu protagonista di un avvio di stagione brillantissimo. Il Frosinone poteva inciampare, la preoccupazione c’era. Ma il Leone ha confermato di essere grande e ha vinto con il risultato di 2-1. Applausi ai giallazzurri: anche questa sera li meritano, così come li avevano meritati all’esordio in campionato. La stagione è lunga e imprevedibile, ma la squadra di Longo è all’altezza delle principali rivali per la promozione.
Mossa a sorpresa dell’allenatore torinese, che per sostituire Dionisi avanza Paganini nel tridente d’attacco e sistema Matteo Ciofani sulla fascia destra. Gori cede il posto a Maiello. Il Leone cerca di imporre i suoi ritmi fin dalle battute iniziali. Il Cittadella, però, non resta a guardare e punta sul possesso palla per cercare di scardinare la solida difesa giallazzurra. Al 21′, però, il Frosinone passa in vantaggio. Ciano mette al centro un invitante cross, sul quale arriva prima di tutti la testa di Daniel Ciofani che firma la rete dell’1-0. Due minuti dopo lo stesso Ciano va vicinissimo al raddoppio, ma Paleari gli nega la gioia del gol con un intervento decisivo. La rete del 2-0, comunque, arriva al 25′. Un irresistibile Ciano serve l’ennesimo traversone, Paganini non riesce a trovare l’impatto con il pallone, ma arriva Crivello a battere Paleari per il raddoppio giallazzurro. Roberto conferma di vivere un periodo di forma straordinario. Il Cittadella adesso sembra tramortito, il Frosinone dovrà approfittarne. La squadra di Longo dimostra intelligenza nel puntare, in questa fase, su un lungo giro palla con l’obiettivo di rallentare la manovra. Ma non bisogna pensare che la partita sia già in archivio, visto che al 38′ il Citta accorcia le distanze. Sul colpo di testa di Kouame il pallone colpisce la traversa, la sfera rimane in area e Litteri è più veloce di tutti nel concludere a rete: 2-1 e Cittadella di nuovo in partita. È l’ultima azione di un primo tempo tutto sommato divertente.
Ad inizio ripresa il Cittadella preme sull’acceleratore alla ricerca del pari. Il Frosinone, però, dà l’impressione di poter tornare a comandare il gioco e ad attaccare come fatto per gran parte del primo tempo. Rasoiata di Ciano che sfiora di pochissimo il palo. Poi la squadra di Longo cala d’intensità, affaticata per via di una condizione ovviamente non ancora al top. Longo cerca di ridare ossigeno alla squadra effettuando un doppio cambio: fuori Crivello e Maiello e dentro Beghetto e Gori. La formazione di Venturato mette pressione al Frosinone andando a marcare il portatore di palla. Ultimo cambio per il Leone: Citro prende il posto di Ciano. Il Cittadella punta sul fraseggio dei suoi centrocampisti per cercare di far allargare le maglie difensive del Frosinone. Ma la squadra di Longo fa buona guardia e non concede altre occasioni agli avversari. Finisce (con un pizzico di sofferenza) con una vittoria la sfida contro il Cittadella. Il Frosinone ad Avellino vince per 2-1 e manda un messaggio chiaro: la squadra giallazzurra è irresistibilmente forte. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni