Atuttapagina.it

Frosinone, che ti succede? A Novara altro ko, il Leone ha raccolto un punto nelle ultime 3 partite

Il Frosinone incappa in un nuovo risultato negativo dopo la sconfitta di Perugia e lo 0-0 insoddisfacente contro la Cremonese. A Novara termina 2-1 per i padroni di casa e a questo punto i numeri dicono che il Leone ha raccolto un solo punto in 3 partite. Ma al di là del risultato, questa sera è mancata la prestazione. Davvero un brutto Frosinone quello visto al “Silvio Piola”. Non è assolutamente il caso di drammatizzare la situazione, ma il cammino intrapreso deve essere immediatamente riportato sulla strada delle prove convincenti e dei risultati positivi per coltivare sogni di gloria.
Longo opta per il 3-5-2: Sammarco, un po’ a sorpresa, viene preferito a Soddimo e va a sistemarsi nella posizione di mezzala sinistra; in attacco agiscono i soli Dionisi e Ciano. La partita si gioca subito a ritmi sostenuti, con una buona dose di agonismo. Ma proprio la foga messa in campo dalle due squadre costringe l’arbitro Pezzuto ad interrompere spesso il gioco per fischiare i falli. Al 24′ la prima palla gol della partita: cross di Calderoni per Moscati, la cui conclusione viene respinta dalla difesa giallazzurra; sulla ribattuta si porta Macheda, il cui tiro viene neutralizzato da Bardi. Alla mezz’ora il risultato resta fermo sullo 0-0. Il Frosinone cerca di far circolare il pallone con l’obiettivo di far aprire la difesa del Novara. La squadra di Corini, invece, punta forte sul gioco sulle corsie esterne per cercare di aggirare il muro giallazzurro. Nei minuti conclusivi del primo tempo il Novara sembra voler rallentare il gioco per arrivare all’intervallo sul risultato di 0-0. Ed è proprio questo il punteggio al termine dei primi 45 minuti. Fino a questo momento un po’ meglio i padroni di casa rispetto a un Leone non del tutto convincente.
Dopo 6 minuti dall’inizio della ripresa il Novara passa in vantaggio: la difesa del Frosinone è tutt’altro che irreprensibile nella circostanza e Chajia ne approfitta “freddando” Bardi con una rasoiata di destro. È la rete dell’1-0 per gli azzurri. Il gol sembra aver cambiato l’inerzia dell’incontro: adesso la squadra di Longo dovrà fare molto meglio rispetto al primo tempo per raggiungere quanto meno il pareggio. Al 13′ Longo abbandona il 3-5-2 e passa al 4-3-3, inserendo Soddimo per Krajnc. Ma al 21′ è ancora il Novara ad andare a segno. Sul calcio di punizione di Moscati, l’intervento di Beghetto si trasforma in autogol: è la rete che porta i padroni di casa avanti per 2-0. A questo punto Longo le prova tutte, richiamando in panchina Gori e mandando in campo Volpe. Al 33′ è ancora Chajia a mettere i brividi addosso al Frosinone: il suo sinistro si spegne di pochissimo sul fondo. Il terzo cambio nel Frosinone vede l’ingresso di Frara al posto di Maiello. E al 41′ Montipò regala una speranza al Leone: su un corner battuto da Soddimo il portiere del Novara non trattiene la palla e, anzi, la infila nella propria porta. Il risultato adesso è di 2-1. I giocatori di Longo a questo punto sperano nell’incredibile gol del pareggio e si riversano tutti nella metà campo avversaria. Il Novara appare in affanno. Ma non c’è più tempo per segnare un altro gol. Il Frosinone esce sconfitto dal “Silvio Piola” per 2-1. In classifica il Leone è raggiunto al primo posto dall’Empoli e dal Palermo, ma anche le altre squadre sono tutte a ridosso della vetta: la serie negativa di un solo punto in tre partite dovrà assolutamente terminare con la partita di stasera. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni