Atuttapagina.it

Il Frosinone non osa e a Venezia finisce pari: il punto però fa classifica

Il Frosinone strappa un punto a Venezia che risulta utile soprattutto per la classifica. L’1-1 con il quale il Leone ha pareggiato ha messo in mostra una squadra, quella giallazzurra, che non ha saputo osare fino in fondo, come se avesse timore dell’avversario e della stessa partita. Il punto, comunque, consente di archiviare con un risultato positivo un match per nulla semplice. Ma questo Leone può e deve fare di più: è nelle sue possibilità.
Dionisi parte dalla panchina, al suo posto in attacco c’è Soddimo: il resto della formazione è quello ipotizzato alla vigilia. Squadre schierate quasi in modo speculare: entrambe si affidano a una difesa a tre. La partita inizia con ritmi non particolarmente veloci, i primi minuti sono dedicati a uno studio reciproco da parte dei giocatori in campo. La formazione di Longo prova a sorprendere il Venezia affidandosi ai lanci lunghi, che però diventano preda della retroguardia arancioneroverde. I giocatori di Inzaghi provano ad allargare il gioco, mentre il Frosinone punta sul fraseggio nei corridoi centrali. La partita si sblocca al 19′ ed è il Venezia a passare in vantaggio. Sugli sviluppi di un calcio piazzato, Bentivoglio colpisce il palo: il pallone resta sulla linea di porta e il più veloce di tutti a spedirlo in rete è Modolo per l’1-0. Il Frosinone si trova adesso a dover recuperare lo svantaggio. E ci riesce tre minuti dopo, al 22′, con Matteo Ciofani. Cross di Soddimo e conclusione di destro del laterale che trova la rete dell’1-1 e il suo secondo gol consecutivo dopo quello realizzato alla Ternana. Il match si è improvvisamente acceso dopo i primi 20 minuti non certamente esaltanti. I ritmi si sono alzati e a beneficiarne è lo spettacolo. Il finale di tempo, comunque, è caratterizzato da tanta confusione da parte di entrambe le squadre: tanti gli errori in fase di impostazione sia nel Venezia che nel Frosinone. All’intervallo si va così sul risultato di parità: la gara finora non è stata particolarmente emozionante.
Anche nella ripresa, però, si vede un Frosinone non del tutto “in palla”: la manovra dei giallazzurri è prevedibile. Partita noiosa fino alla metà di questa seconda frazione, finora nella ripresa non ci sono state occasioni da gol. Inevitabilmente, con il passare dei minuti, le squadre si allungano. Longo effettua il primo cambio, mandando in campo Sammarco e richiamando in panchina Gori. Poi tocca a Citro, che rileva Ciano. Le squadre si stanno accontentando del pareggio e i ritmi, verso il finale della partita, si abbassano notevolmente. Dionisi fa il suo ingresso in campo solo al 44′, prendendo il posto di Daniel Ciofani. Il Venezia sembra crederci di più e spinge alla ricerca del gol-vittoria. E al 45′ sfiora il nuovo vantaggio ancora con Modolo, che su corner colpisce di testa e manda il pallone sopra la traversa di un soffio. Il Frosinone è in difficoltà nei minuti di recupero, il Venezia continua a premere. Ma per fortuna il risultato non cambia e il Leone strappa, non senza sofferenza, un 1-1 dal campo del Venezia. Non è stato il miglior Frosinone della stagione, ma è stato importante non perdere. In attesa di tempi migliori. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni