Atuttapagina.it

L’effetto Matusa è già diventato effetto Stirpe, chiaro e forte l’incitamento dei tifosi nel nuovo stadio

La preoccupazione era che nel nuovo stadio, più grande del Matusa, il tifo del Frosinone si “disperdesse” negli ampi spazi tra gli spalti e il campo. E, invece, così non è stato. Anzi, paradossalmente la struttura con la copertura esalta l’effetto-eco e i cori si sentono almeno quanto quelli lanciati nel vecchio stadio. Questa è l’impressione avuta dalla tribuna stampa dello “Stirpe”, posta in una posizione non esattamente contigua al settore più caldo del tifo del Frosinone.
Ma c’è di più. La presenza di tifosi giallazzurri finalmente anche nella curva opposta, quella Sud, può assicurare il sostegno del pubblico anche in un altro settore. E ieri sera, tanto per fare un esempio, se ne è avuta la prova con il coro a rispondere “Un giorno all’improvviso”. Insomma, il “Benito Stirpe” è promosso a pieni voti anche per quanto riguarda il ruolo che riveste nell’esaltare l’incitamento della gente. (Gabriele Margani)

Foto di Federico Casinelli

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni