Atuttapagina.it

Non solo il Frosinone e lo stadio, Stirpe impegnato anche in un centro sulle morti improvvise nello sport

Il Frosinone Calcio con il presidente Maurizio Stirpe sarà presente martedì mattina a Roma, presso l’aula “Francesco Vito” del Policlinico Gemelli, al convegno sulla ricerca organizzato dal Centro specializzato che porta il nome del cavalier Benito Stirpe e che si occupa delle morti improvvise nello sport. Scopo del convegno sarà quello di portare a conoscenza degli specialisti del settore i risultati ottenuti dal Centro in questi anni. La struttura, composta da eccellenze nel settore della medicina specialistica come il professor Paolo Zeppilli (professore ordinario e direttore della Scuola di Specializzazione in Medicina dello Sport della “Cattolica”) e il professor Fulvio Bellocci, è nato circa due anni fa su iniziativa dello stesso massimo dirigente del Frosinone e con il Policlinico Gemelli ha subito stabilito un proficuo rapporto di collaborazione grazie alla presenza di luminari del settore.
Il Centro intitolato al papà del presidente del Frosinone è nato come laboratorio di ricerca sulle difficoltà diagnostiche riguardanti le patologie cardiologiche per la prevenzione e la tutela della salute dei giovani atleti e il contrasto alla morte improvvisa durante la pratica sportiva. Al convegno sarà presente al fianco del presidente Stirpe anche il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti.
All’interno del convegno sono attese le relazioni della dottoressa Gemma Pelargonio in qualità di responsabile dell’Unità Operativa di elettrofisiologia del “Gemelli” e della dottoressa Maria Lucia Narducci che tratterà i temi relativi alle aritmie del giovane atleta. Al tavolo dei relatori si succederanno anche il dottor Vincenzo Palmieri e il dottor Sebastiano Orvieto. Seguirà la lectio magistralis di Gaetano Thiene, responsabile dell’Unità Operativa Complessa di Patologia Cardiovascolare di Padova e professore ordinario di Anatomia patologica all’Università di Padova. E il professor Paolo Zeppilli, a lungo medico della Nazionale italiana di calcio, terrà una relazione su “Le anomalie congenite delle arterie coronarie: la sfida del futuro”.

Fonte: Frosinonecalcio.com

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni