Atuttapagina.it

Frosinone, senzatetto alla stazione ferroviaria: interviene il Comune

La presenza di un nucleo familiare, composto da madre e figlio, alla stazione ferroviaria di Frosinone ha attirato, nei giorni scorsi, l’attenzione di alcuni cittadini attraverso segnalazioni e post anche sulle piattaforme social.
«Il Comune di Frosinone – ha dichiarato Antonio Loreto, dirigente del settore welfare – segue già la famiglia dallo scorso marzo. Il servizio sociale dell’ente è prontamente intervenuto sin da allora, assegnando a madre e figlio un appartamento in affitto, di cui l’Ente ha pagato le spese. Tale misura, dettata da urgenza e inserita all’interno di un progetto ad hoc finalizzato al reinserimento sociale, ha avuto una durata di tre mesi. Dalle ricerche condotte dagli uffici è emerso il fatto che il giovane, seppure nato ad Alatri, è residente a Roma; sua madre, residente nel capoluogo, ha, invece, parenti ad Alatri. Prima della scadenza del contratto abitativo sottoscritto dall’Ente, il personale del settore comunale ha convocato madre e figlio per concordare, insieme, delle soluzioni alternative, coinvolgendo anche la Caritas. L’ufficio ha, quindi, individuato una soluzione: l’inserimento del ragazzo all’interno di una struttura di accoglienza a Ceccano e il rientro della signora all’interno del nucleo della famiglia di origine, ad Alatri. Entrambe le proposte, debitamente verbalizzate come da prassi, sono state, di fatto, rifiutate e madre e figlio hanno interrotto i contatti con l’Ente. Mi preme sottolineare, però, che la soluzione di accoglienza è tuttora valida: ci auguriamo che la signora e il giovane accettino di poter usufruire, così, del calore e del conforto di una casa».

L’immagine è al solo scopo illustrativo

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni