Atuttapagina.it

Il Leone stringe i denti e batte il Parma, i tre punti valgono il primato solitario in classifica

Una vittoria bella e sofferta, ma forse così c’è ancora più gusto. Il Frosinone mette all’angolo il Parma per una mezz’ora abbondante, riesce a segnare due gol e poi, forse sotto shock per l’infortunio capitato a Sammarco, subisce la rete che riaccende le speranze dei gialloblu emiliani. A quel punto, per gran parte del secondo tempo, il Parma dà la sensazione di poter pareggiare la partita, ma il Leone resiste e conquista, grazie al 2-1 finale, tre punti fondamentali per il morale e la classifica. Adesso il Frosinone guarda tutti dall’alto del suo primo posto.
Longo deve fare a meno di Gori, Soddimo e Matarese, oltre ovviamente a Paganini; in attacco torna il tridente Ciano-Ciofani-Dionisi. Il Frosinone entra subito in partita: la squadra di Longo dà l’impressione di voler mettere in difficoltà il Parma fin dalle prime battute. E all’8′ i giallazzurri passano in vantaggio con la complicità del portiere parmense Frattali: Maiello calcia dalla distanza, il tiro non sembra irresistibile ma l’ex estremo difensore del Frosinone va troppo morbido sul pallone e la conclusione finisce in rete per l’1-0 del Leone. L’errore di Frattali sembra aver mandato in confusione la sua squadra, che dopo il gol sbanda ancora. Il buon momento dei padroni di casa viene confermato dall’azione nata da piedi di Sammarco e conclusa dal destro in diagonale di Dionisi: in questa occasione è bravo Frattali a chiudere lo specchio della porta. Il Parma sembra soffrire gli spunti del Frosinone: la squadra di D’Aversa non è ancora riuscita a trovare le contromisure per arginare i padroni di casa. E al 26′ il Frosinone trova il gol del 2-0. I giallazzurri beneficiano di un calcio di punizione, della cui battuta si incarica lo specialista Ciano: la traiettoria disegnata dall’attaccante lascia tutti a bocca aperta, compreso Frattali che non può far altro che guardare il pallone infilarsi sotto l’incrocio dei pali. È una rete fantastica quella di Ciano. Il Frosinone adesso gioca con entusiasmo e continua a premere alla ricerca del terzo gol. Ma al 32′ una brutta tegola si abbatte sulla testa della squadra di Longo. Sammarco, in uno scontro di gioco con Gagliolo, resta a terra: la sensazione è che si tratti purtroppo di un brutto infortunio, come confermano le lacrime di Paolo mentre lascia il campo sulla barella. Longo, per sostituire Sammarco, si affida a Besea. E, come se non fosse abbastanza, al 37′ il Parma riesce pure ad accorciare le distanze. Su un calcio d’angolo battuto dalla sinistra, Maiello trova l’involontaria deviazione nella propria porta. Adesso il risultato è di 2-1. Il Parma sembra aver trovato coraggio dopo questo episodio e inizia ad attaccare con più convinzione rispetto alla prima parte del match. Il Frosinone, comunque, non sembra intenzionato a farsi schiacciare. E all’intervallo si va, dunque, con i giallazzurri ciociari in vantaggio di un gol.
Parte forte ad inizio ripresa il Parma, che costringe Ariaudo ad un fallo dopo pochi secondi: Lorenzo era diffidato e, dunque, salterà lo Spezia. La squadra di D’Aversa sembra seriamente intenzionata a raggiungere il pari. In campo c’è qualche scintilla di troppo tra i giocatori, mentre il Frosinone cerca di respingere le offensive avversarie. Il Leone si rivede nell’area del Parma con la deviazione di testa di Terranova che si spegne sul fondo. Ancora nervosismo in campo, con Nasca che cerca di calmare gli animi. Poi tocca al Parma creare un pericolo alla difesa del Frosinone: sul cross di Gagliolo il colpo di testa di Scavone termina fuori. In questo momento il tridente del Leone appare troppo isolato in avanti. Longo cerca di coprirsi e allora tocca a Frara, che prende il posto di Dionisi. Siamo entrati nell’ultimo quarto d’ora ed è il Parma a fare la partita. A nove dal termine il Frosinone ha la clamorosa occasione per chiudere i conti. Ciano dalla destra serve Daniel Ciofani, che calcia a botta sicura ma trova l’opposizione in scivolata di Lucarelli, che salva la sua porta. Il Parma continua a tenere il possesso del pallone, ma ora il Frosinone appare meno in affanno rispetto a qualche minuto fa. Al 40′ finisce, dopo appena 14 minuti, la partita di Frara: il capitano sembra uscire zoppicante dal campo. Intanto gli ospiti non si arrendono e tocca a Baraye andare al tiro, che termina alto. Ma è l’ultima occasione del Parma, che si arrende al “Benito Stirpe” per 2-1. Il Frosinone ottiene la seconda vittoria interna consecutiva e vola al comando da solo, in attesa dell’Empoli. Un altro sabato da leoni per i giallazzurri. (Gabriele Margani)

Foto di Federico Casinelli

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni