Atuttapagina.it

Acuto, le festività natalizie celebrate con due concerti di grande spessore

Due concerti di grande livello, e soprattutto molto originali, daranno ulteriore lustro e spessore al programma di eventi sociali, ludici e culturali organizzato per questo Natale dall’amministrazione comunale di Acuto con il contributo del Consiglio regionale. Si comincia dal Concerto per Pianoforte e Fisarmonica dei Maestri Marco Attura e Daniele Ingiosi, in programma il 28 dicembre alle 18 presso la chiesa Collegiata di Santa Maria Assunta. Un concerto insolito che ha la pretesa di stupire il pubblico. Un organico cameristico molto originale: Fisarmonica/Bandoneon e Pianoforte per un’intima fusione di timbri e sonorità straordinarie che dipingeranno non solo la favolosa terra argentina di Astor Piazzolla, ma anche alcune scene di film indimenticabili attraverso colonne sonore e brani classici preparati per l’occasione. Un appuntamento per tutte le età e dedicato alla comunità di Acuto da due musicisti straordinari, entrambi figli della nostra terra, che svolgono singolarmente un’intensa attività come solisti e in varie formazioni cameristiche, esibendosi in importanti sedi concertistiche in Italia ed all’estero.
Il secondo concerto è in programma il 1 gennaio, alle 18, sempre nella chiesa collegiata di Santa Maria Assunta e, anch’esso del tutto originale, è affidato agli strumenti più arcaici: la voce umana e la Zampogna. Quest’ultimo è lo strumento più antico della tradizione italiana. Usato sin dall’epoca romana dall’imperatore Nerone, ha avuto larghissima diffusione nel mondo agropastorale senza soluzione di continuità per oltre duemila anni. Colonna sonora indiscussa del Natale, la Zampogna ha saputo preservare l’identità più autentica della tradizione cristiana attraverso un suono antico ma capace di parlare ai cuori di ogni età. Esecutori il Coro Hernica Saxa, che si è sempre distinto in esecuzione di musica tradizionale, e il Gruppo Zampogneria, composto per l’occasione da Marco Tomassi e Marco Iamele, tra i più autorevoli interpreti e studiosi di questo strumento, che nasce a seguito di uno studio approfondito dei repertori, della prassi esecutiva e di ricostruzione di strumenti scomparsi durato circa 20 anni. Il concerto, non a caso, è stato ideato e sarà diretto da Maurizio Sparagna, eclettico musicista che oltre al repertorio classico si è dedicato da tempo alla musica popolare studiandone accuratamente e con passione le radici più profonde. Il concerto propone le musiche e i canti che gli zampognari hanno gelosamente custodito e che suonano ancora sull’uscio di casa, nell’ intimità del focolare domestico e nei riti collettivi delle Novene. Sarà presentata anche una particolarità: una Messa per Zampogna e Coro, in prima esecuzione composizione originale di Zampogneria che celebra l’annuncio della Buona Novella dato in missione ai Pastori di Betlemme.
«Rinnoviamo la nostra soddisfazione per un programma di eventi natalizi intenso ed articolato, rivolto a tutte le età e che spazia nei settori più svariati, dalla cultura alla storia, ai momenti di aggregazione sociale a quelli ludici per bambini – ha commentato il sindaco di Acuto Augusto Agostini -. Questi due concerti che abbiamo messo in calendario costituiscono un omaggio alla musica, che ad Acuto conta una straordinaria tradizione, ma anche, per la particolarità che li contraddistingue, una scommessa su percorsi musicali innovativi di grandi artisti locali che vogliamo ringraziare per la loro consueta disponibilità».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni