Atuttapagina.it

Gioco, vittoria e primato in classifica: questo è il Frosinone che piace a noi!

Il Frosinone ritrova il gioco, la vittoria, il primo posto in classifica e l’affetto dei suoi tifosi. Il 2-0 con il quale è stato battuto il Brescia rappresenta una severa lezione di calcio alla squadra avversaria: il punteggio sarebbe potuto essere ancora più largo vista la quantità di palle gol. È piaciuto oggi l’atteggiamento del Leone: propositivo e determinato come era già capitato nelle migliori partite di questa stagione. La strada intrapresa è quella giusta, adesso bisogna confermarsi nei prossimi appuntamenti.
La sorpresa nella formazione è l’inserimento di Citro al posto di Dionisi: una decisione, quella di Longo, che spiazza un po’ tutti. La squadra di Marino cerca di imporsi con il possesso palla nei primissimi minuti, il Leone occupa gli spazi pronto a ripartire in contropiede. E al 10′ si vede il Frosinone in avanti. Ciano serve Citro, il cui tiro di destro dà l’illusione del gol ma finisce sull’esterno della rete. Passano pochi secondi e dalla parte opposta del campo è il Brescia ad andare vicinissimo al vantaggio. Quasi a botta sicura e da pochi passi, Caracciolo calcia in porta ma trova la decisiva respinta coi piedi di Bardi. È una partita frizzante fino a questo momento, i 22 in campo si affrontano a viso aperto. È ancora più clamorosa la palla gol che capita poco dopo il quarto d’ora a Daniel Ciofani. Beghetto va sul fondo, mette in mezzo un cross basso sul quale si avventa Ciofani, che di destro manda il pallone sul palo. Il costante forcing del Frosinone porta al meritato vantaggio al 29′! Ciano recupera il pallone sulla trequarti e lancia immediatamente Citro, che entra in area e di interno sinistro batte Minelli per il gol dell’1-0. Un paio di minuti dopo Citro va vicinissimo al raddoppio, ma il suo colpo di testa finisce a lato. E al 37′ è ancora lo scatenatissimo Citro a creare scompiglio nell’area bresciana, ma questa volta l’attaccante perde l’attimo e la difesa di Marino recupera. Non c’è un attimo di tregua perché sul fronte opposto Caracciolo per poco non approfitta di un disimpegno errato di Terranova: la conclusione del centravanti del Brescia è, per fortuna del Frosinone, debole. Ancora il Leone in avanti al 43′, quando la famiglia Ciofani confeziona una pericolosissima azione: il tiro da posizione defilata di Matteo costringe Minelli alla deviazione in angolo. E poco prima del 45′ altra clamorosa palla gol per i giallazzurri: Gori scodella un delizioso pallone per la testa di Brighenti, che da distanza ravvicinata manda la palla fuori. Termina qui il primo tempo: un grande Frosinone quello visto finora, al quale il risultato di 1-0 sta stretto in considerazione delle azioni prodotte.
Parte forte il Brescia nel secondo tempo: già dopo 5 minuti Gastaldello fa scorrere il primo brivido della ripresa alla difesa giallazzurra con un colpo di testa che esce di pochissimo. Poi è Torregrossa a sfiorare il pari con un colpo di tacco che chiama Bardi all’intervento in angolo. Gli ospiti sono ripartiti meglio in questo secondo tempo rispetto al Frosinone. La pressione del Brescia, comunque, si allenta dopo il 10′: il Leone torna a manovrare alla ricerca del raddoppio pur senza sbilanciarsi. Al 27′ doppia sostituzione nel Frosinone. Ciano e Citro lasciano il posto rispettivamente a Soddimo e Dionisi: l’ingresso in campo di quest’ultimo lascia pensare che la sua esclusione dall’undici iniziale non fosse dovuta a problemi fisici. E al 31′ proprio Federico raddoppia per il Leone! Corner di Soddimo, Brighenti prolunga di testa e, appostato sul secondo palo, Dionisi di destro firma il gol del 2-0. Al 36′ si mette ancora meglio per il Frosinone: Meccariello, all’altezza del centrocampo, entra durissimo su Dionisi e viene espulso. Poi Longo opera l’ultimo cambio: Crivello rileva Matteo Ciofani. Al 40′ ci prova ancora Dionisi, dopo aver superato Dall’Oglio in tunnel: Minelli salva la propria porta. A tre dal termine il Brescia si rivede in attacco e colpisce la traversa: il colpo di testa di Caracciolo viene deviato da Bardi sul legno della sua porta. Poi tocca a Beghetto con un sinistro da fuori area che si spegne sul fondo. È l’ultima occasione della partita, che vede il Leone tornare al successo. Il Brescia è battuto per 2-0 e la Curva Nord sottolinea con un lungo applauso di aver gradito l’atteggiamento odierno della squadra. Ultima cosa, ma forse più importante di tutto il resto: almeno per questa sera il Frosinone è in testa alla classifica. (Gabriele Margani)

Foto di Federico Casinelli

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni