Atuttapagina.it

Il blitz della liberazione di Giuseppe Soffiantini raccontato dall’allora comandante dei Nocs, a Frosinone la presentazione del libro

È la notte del 17 ottobre 1997 quando a Riofreddo un blitz del Nocs, Nucleo Operativo Centrale Sicurezza della Polizia di Stato, tenta la liberazione di Giuseppe Soffiantini, sequestrato da una banda di rapitori il 17 giugno dello stesso anno. Fu un tentativo drammatico, benché decisivo, di restituire la libertà all’imprenditore bresciano: quattro sequestratori vengono catturati, ma l’ispettore del Nocs Samuele Donatoni, 32 anni, resta ucciso da un colpo di arma da fuoco.
Una vicenda raccontata, a venti anni di distanza, da Claudio Clemente, comandante del Nocs dal 1995 al 2003 e in passato a capo di numerose operazioni per la liberazione di ostaggi e la cattura di pericolosi latitanti. Nel libro “La notte di Riofreddo. La vera storia dell’operazione Soffiantini”, edito da Mattioli 1885, il dirigente superiore della Polizia ripercorre minuto per minuto i fatti di quel tragico blitz, nell’ottobre del ’97.
L’opera sarà presentata a Frosinone venerdì 15 dicembre, in un’iniziativa congiunta della Camera di Commercio e dell’amministrazione provinciale.
Presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Jacobucci il giornalista e caporedattore de “Il Giornale”, Vittorio Macioce, intervisterà l’autore del libro, Claudio Clemente. Saranno presenti in sala il presidente della Camera di Commercio, Marcello Pigliacelli, e il presidente dell’amministrazione provinciale, Antonio Pompeo. L’appuntamento è per le 18.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni