Atuttapagina.it

Longo e il coraggio delle sue scelte, fuori dai titolari anche i big non al top

Un segnale forte avente come destinatario la squadra: chi non è al top dal punto di vista fisico o sotto il profilo mentale rischia di sedersi in panchina, al di là dei nomi e dei valori tecnici. Moreno Longo si è dimostrato coraggioso nel prendere una decisione che, in caso di insuccesso, avrebbe potuto trasformarsi in un boomerang.
Contro il Brescia e con l’Entella, vale a dire nelle ultime due partite giocate al “Benito Stirpe”, l’allenatore del Frosinone ha mandato inizialmente in panchina Federico Dionisi, il giocatore di maggior talento della squadra. Longo ha mostrato di non avere timore nell’assumersi la responsabilità di tenere fuori un “big” e i risultati gli hanno dato ragione. Inoltre, il tecnico ha fatto capire al gruppo che non esistono titolari inamovibili e che tutti devono impegnarsi per conquistare un posto nella formazione di partenza. Così facendo, Longo ha acquisito ancora più credibilità agli occhi dello spogliatoio e, contemporaneamente, ha spronato i giocatori più importanti del Frosinone a dare il massimo durante le partite e in allenamento. (Gabriele Margani)

Foto di Federico Casinelli

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni